Quantcast
Politica

Genova, il premier Enrico Letta atterra al Cristoforo Colombo. Ora la visita all’Iit

Agg. h 15.50 Il premier Enrico Letta ha visitato i laboratori dell’Istituto italiano di Tecnologia, è iniziata in questi la presentazione dell’attività dell’Iit, tenuta da Gabriele Galateri, Presidente della Fondazione e di Roberto Cingolani, Direttore Scientifico.

Genova. Il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta è atterrato da pochi minuti all’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova. Il premier, che viaggiava a bordo di un volo di linea dell’Alitalia, è stato ricevuto dal Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, dal Prefetto di Genova e dal sindaco Marco Doria. Letta è partito immediatamente alla volta di Morego: in programma per lui la visita all’Istituto italiano di tecnologia (Iit).

In programma prima alcune dimostrazioni presso i laboratori di ricerca, riservate ai soli ospiti istituzionali per ragioni logistiche e di sicurezza, poi una presentazione delle attività dell’Istituto da parte di Gabriele Galateri, Presidente della Fondazione IIT, e di Roberto Cingolani, Direttore Scientifico IIT. A partire dalle 16.40, Letta farà visita ad un altro dei luoghi simbolo di Genova, il bacino portuale. Seguiranno una visita all’arcivescovado, prima dell’arrivo alla Festa. Scongiurata per il momento la preannunciata protesta dei lavoratori Ansaldo-Finmeccanica, preoccupati per il futuro dell’azienda. Letta dovrebbe incontrare questa sera le rappresentanze sindacali.

Al Porto Antico il responsabile Organizzazione Pd Davide Zoggia, il tesoriere del partito Antonio Misiani, i segretari regionale e provinciale Lorenzo Basso, Giovanni Lunardon e il sindaco Marco Doria apriranno ufficialmente la Festa Democratica nazionale.

Alle 17:30 l’inaugurazione vera e propria con il segretario del Pd Epifani e il ministro Kyenge (area Lavoro-Lavori). Alle 18 è previsto l’arrivo di Letta, intervistato dal direttore del Tg1 Mario Orfeo (sala Pertini).

Sette le interviste, la prima al presidente del Consiglio Enrico Letta, poi al sindaco di Firenze Matteo Renzi, al ministro per i rapporti con il Parlamento Dario Franceschini, agli ex segretari Pierluigi Bersani e Walter Veltroni, a Massimo D’Alema, e all’attuale segretario Guglielmo Epifani.