Cronaca

Donna uccisa da yacht a Camogli: eseguito il prelievo di dna, la famiglia si costituisce parte offesa

camogli donna uccisa yacht

Genova. Si sono costituiti parte offesa i parenti di Vittoria Castellini, la donna di 49 anni uccisa venerdì da uno yacht a Camogli. Il marito e i figli di Vittoria saranno rappresentati dall’avvocato Antonio Rubino.

Nel frattempo ieri la polizia scientifica ha eseguito il prelievo di dna dal corpo della donna: il reperto sarà ora confrontato con le tracce organiche ritrovate sulle eliche del motoscafo da 10 metri timonato dall’ormeggiatore Daniel Lagno, ora indagato a piede libero per omicidio colposo.

Già entro oggi potrebbe arrivare il nulla osta dalla Procura affinché il corpo sia restituito alla famiglia per celebrare i funerali che dovrebbero tenersi a Sori.

Più informazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.