Quantcast
Sport

Vela d’altura: Low Noise del chiavarese Giuseppe Giuffrè è campione italiano divisione Regata

Chiavari. Con la disputa della sesta regata si è chiuso il campionato italiano Assoluto di vela d’altura 2013, organizzato dal Circolo Velico Ravennate con il Ravenna Yacht Club e Marinara sotto l’egida della Federazione Italiana Vela, Uvai e Orc.

La serie di regate che assegna i titoli tricolore è stata un bel campo di prova che ha visto molte delle imbarcazioni reduci dal Mondiale confrontarsi a distanza di un mese in condizioni meteomarine completamente diverse.

Se ad Ancona pioggia, temporali e venti sostenuti l’hanno fatta da padrone, a Ravenna i venti leggeri, il mare piatto e il caldo hanno messo a dura prova gli equipaggi.

A vincere il titolo di campione italiano Assoluto di vela d’altura 2013 è Athiris&C, il GS 43B di Sergio Taccheo (LNI Monfalcone), che con 11 punti e una buona dose di regolarità nei risultati, mai sceso sotto il settimo posto, si piazza in testa alla classifica overall e vince il titolo tricolore nel gruppo A Crociera.

Nel gruppo A Regata primeggia Morgan IV, il GS 39 di Nicola De Gemmis (CC Barion), 17 punti e quarto nella classifica generale, pari punti con il terzo.

Nel gruppo B è Low Noise, l’M37 di Giuseppe Giuffrè (YC Chiavari), nella divisione Regata che porta a casa il titolo conquistato in un testa a testa per tutta la serie di regate con Scugnizza di Enzo De Blasio, reduce dalla recente vittoria bis del titolo iridato.

Low Noise e Scugnizza chiudono il campionato entrambi a 9 punti, ad una distanza di sicurezza da Vlag, il Vismara 34 di Salvatore Casolaro (CC Napoli), che vince il titolo di campione italiano d’altura gruppo B Crociera con 14 punti.

Al termine del campionato il TP52 Hurakan di Marco Serafini, campione del mondo in carica nel gruppo A, con Tommaso Chieffi alla tattica, chiude al secondo posto nella classe regata e al quinto della classifica generale.

Nei saluti e ringraziamenti che Gianni Paolucci, consigliere del Circolo Velico Ravennate ha voluto fare a tutti i team per la loro partecipazione e ai comitati per l’organizzazione, ha assegnato un riconoscimento anche a Nicola Sironi, chairman della commissione di stazze Orc e a Riccardo Provini dell’Uvai.