Quantcast
Cronaca

Università di Genova, obiettivo 2019: campus da 7.000 posti all’Albergo dei Poveri

università di genova

Genova. Entro il 2019 l’Albergo dei Poveri di Genova potrebbe diventare uno dei più grandi campus universitari italiani: con più di 7.000 studenti, in 48.000 metri quadrati completamente ristrutturati ad hoc, per un investimento di circa 70-80 milioni. E’ l’ambizioso progetto portato avanti dal rettore dell’Università di Genova Giacomo Deferrari, che questa mattina ha presieduto il “Tavolo della Città per l’Albergo dei Poveri” insieme al sindaco Marco Doria e al presidente della Commissione nazionale italiana per l’Unesco Giovanni Puglisi.

I lavori di ristrutturazione dell’Albergo dei Poveri vanno avanti, entro fine 2013 sarà completato il trasferimento del dipartimento di Scienze Politiche, entro il 2019 potrebbe esserci il trasferimento delle facoltà di Lingue e Giurisprudenza.

Il progetto del nuovo campus universitari prevede negozi, librerie, cartolerie, bar, ristoranti a piano terra dell’Albergo dei Poveri lungo la via d’accesso alle tre facoltà. Una vera e propria rivoluzione urbanistica per la città di Genova.

“E’ un’operazione di restauro importantissima per la città – ha sottolineato Deferrari – Abbiamo bisogno dell’aiuto della città, di tutti gli enti privati e pubblici interessati ci darà una mano anche l’Unesco, spero anche qualche privato genovese in più, oltre ai fondi pubblici necessari”.

Sugli spazi molto prestigiosi che saranno liberati da Lingue e Giurisprudenza in via Balbi Deferrari ha spiegato: “Si libererà una parte di Balbi 5 non legata la rettorato e all’amministrazione, gli appartamenti non di proprietà ma in affitto di Giurisprudenza, e Palazzo Serra di Lingue potrà essere o venduto o usato per la segreteria studenti”.