Quantcast

Una strada per Vallebona: Genova ricorda il medico che inventò la Tac

erzelli

Genova. Genova ricorda Alessandro Vallebona, il medico e radiologo genovese che inventò la tomografia. A lui, infatti, il Comune ha intitolato la strada che conduce al Parco scientifico e tecnologico degli Erzelli, la cittadella della ricerca che si sta completando sulle alture del ponente.

”Vallebona e’ stato un grande clinico e un grande tecnologo – ha detto il presidente di Esaote e del consorzio Genova Hi Tech Carlo Castellano -. E’ stato vicino a prendere il Nobel ma era stato dimenticato dalla nostra comunità. Qui – ha detto – abbiamo Ericsson, arriverà Siemens e la Facoltà di Ingegneria
dell’Università i laboratori di Cnr e IIt, Esaote e qui, nell’area, potrebbe anche arrivare l’Ospedale del ponente. Quindi è importante avere una strada intitolata a Vallebona”.

L’ipotesi del trasferimento dell’Ospedale del Ponente vede possibilista anche l’assessore regionale alla Sanità Claudio Montaldo. ”Proprio in quest’area potrebbe sorgere il nuovo Ospedale – ha detto Montaldo -, è una delle soluzioni a cui si sta lavorando. Ma qui o a Cornigliano questo sara’ comunque un
importante arricchimento per questa parte della città”. Importante il valore simbolico dell’intitolazione della strada, ha spiegato il presidente del Consiglio comunale di Genova, Giorgio Guerello. ”E’ una strada che ha una simbologia molto forte – ha detto – perché è la porta di accesso verso il parco
tecnologico, un insieme di scienza, tecnica e studio che è il futuro della città”. All’intitolazione della strada e al convegno in Esaote ha partecipato una folta rappresentanza della comunità scientifica italiana.