Quantcast
Economia

Terzo Valico, 802 milioni di euro dal Cipe. Burlando e Paita: “Governo ha mantenuto impegni, opera strategica”

burlando

Regione. ”Bisogna dare atto al Governo di aver mantenuto l’impegno preso nei tempi previsti”. Questo il commento del presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, alla notizia che il Cipe ha confermato oggi il finanziamento di 802 milioni di euro per i lavori del secondo lotto costruttivo del Terzo Valico della linea ferroviaria Genova-Milano.

”Ringrazio il ministro Lupi e il primo ministro Letta per aver compreso molto bene l’importanza che questa opera riveste per la nostra regione e per il paese intero, considerando quanto
sarà determinante per i traffici portuali” ha detto ancora il presidente della Regione Liguria.

”Affrontare un nuovo ritardo, dopo anni di rinvii, sarebbe stato insostenibile. Sono sicuro che con questa conferma – che ribadisce anche l’importanza strategica dell’opera, i lavori potranno seguire celermente il corso previsto” ha concluso Burlando.

Soddisfatta anche l’assessore alle Infrastrutture Raffaella Paita, di ritorno dalla riunione del CIPE oggi a Roma. “Il CIPE  – ha spiegato Paita – ha deliberato, oltre alla proroga della dichiarazione di pubblica utilità di terzo valico e nodo di Genova, l’assegnazione di 763 milioni più 39 milioni di euro per il terzo valico, a valere sul decreto legge 43/2013 che assegnava un importo complessivo di 120 milioni per dieci anni a terzo valico e Brennero.”  

“Ciò significa – ha specificato l’assessore alle infrastrutture della Liguria – che di questo importo, sul quale avevamo chiesto maggiori dettagli e chiarezza nella ripartizione, una massima parte, ovvero 802 milioni di euro complessivi sono a favore del terzo valico, ripristinando totalmente la copertura finanziaria del secondo lotto costruttivo ad esclusione della manutenzione ordinaria che spetterà alle ferrovie. Il terzo valico è quindi l’opera che si avvarrà della maggioranza delle risorse stanziate con il decreto legge 43/2013”.

L’assessore si è detta soddisfatta per la “conferma avvenuta oggi della valenza strategica di quest’opera in termini di contributo alla crescita ed allo sviluppo del Paese”. E ha ringraziato il presidente del Consiglio, Enrico Letta e il suo Governo, in particolare il Ministro Lupi, “che hanno mantenuto fede agli impegni presi con il nostro territorio”. “Inoltre – ha concluso Paita – con il Ministro Orlando stiamo lavorando per l’approvazione dei piano di utilizzo delle terre e delle rocce di scavo”.