Quantcast
Cronaca

Scippatore rischia il linciaggio inseguito da un esperto di kung fu: il Tribunale di Genova aveva ordinato il carcere

Aula di tribunale

Milano. Aveva precedenti e un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Genova per un cumulo pene di 4 anni e 9 mesi, il 46enne marocchino arrestato ieri a Milano dopo essere stato bloccato dai passeggeri di un autobus sul quale aveva provato a nascondersi per sfuggire all’inseguimento di un cinese esperto di kung fu.

Il fatto è successo ieri verso le 19. Il marocchino aveva rubato con un complice (poi scappato) il portafogli della dipendente di un negozio di parquet, ma era stato notato da un cinese di 42 anni che lo ha inseguito per alcune centinaia di metri. Il ladro è salito sul bus della linea 90, spaventando al punto i passeggeri da spingere molti a scendere.

Quando però questi ultimi si sono accorti che nella foga il marocchino aveva spinto una bambina sotto l’autobus (che per fortuna era fermo in quel momento), si sono alleati per bloccarlo. A loro si è unito anche l’esperto di arti marziali cinese, al quale i carabinieri hanno sottratto il marocchino che nella colluttazione era in netto svantaggio.