Quantcast
Economia

Santa Margherita, ancora polemiche rispetto alla Tares: risponde il sindaco

santa margherita porto

Santa Margherita. Se il Governo ha al centro dei suo dibattito la questione Imu, gli enti locali sono messi di fronte alla questione Tares. Nel comune di Santa Margherita il dibattito sulla Tares appare più acceso che altrove.

In un comunicato stampa diramato dall’ufficio del sindaco si legge: “In relazione alle polemiche sulla Tares, vale la pena rispondere ad alcune osservazioni fatte ora da questo ora da quel movimento, in uno scenario dove sembra prevalere più la ricerca dello scontro e della visibilità politica che l’interesse a comprendere le dinamiche reali di questo nuovo tributo introdotto da una legge dello Stato. Ribadiamo che l’amministrazione comunale avrebbe fatto volentieri a meno di somministrare quest’amara pillola ai cittadini e al tessuto commerciale. Purtroppo il governo Monti non è passato invano, e tra i tanti “scherzi” giocati ai cittadini (e ai Comuni) spicca ora questo nuovo calcolo tariffario che a differenza dell’Imu era passato sotto traccia”.

“Noi crediamo” continua il comunicato “che lo sforzo informativo ci sia stato. Questo sforzo è stato particolarmente intenso verso le tipologie di attività più colpite dai rincari, raggiunti anche da una lettera inviata dall’ufficio tributi che preventivava aumenti esponenziali ai loro danni”.

Il comunicato spiega infine che le vecchie tariffe per le prime due rate con conguaglio finale non sono state applicate perchè l’ultima tranche sarebbe stata troppo elevata. Che non sono state applicate le 4 rate invece che 3, per non costringere i cittadini a farsi carico di un’ulteriore scadenza a fronte di benefici inesistenti.

Infine, sempre dal comunicato una risposta al Movimento 5 stelle che invocava maggiori riduzioni ai redditi più bassi. “Come già detto a più riprese, non ultimo nel comunicato stampa inviato qualche giorno fa, esiste un fondo di 50 mila euro stanziato appositamente per aiutare famiglie in stato di disagio economico”.