Quantcast
Cronaca

Regolamento di conti a Genova, due arresti per tentato omicidio: in casa 9 chili di marijuana e la pistola “incriminata”

Genova. Sono stati arrestati dalla squadra mobile gli autori della sparatoria avvenuta lo scorso 16 giugno a Genova. Kreshnik Xhakaj (albanese di anni 30, con precedenti di polizia per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti, lesioni e porto abusivo d’armi) e Massimiliano Rossi (genovese di anni 22, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio) sono accusati di tentato omicidio e porto abusivo d’arma.

I due ragazzi finiti in manette si recarono presso l’abitazione di Elird Rama, 35 anni, albanese con precedenti di Polizia per spaccio di stupefacenti, scaricandogli addosso un colpo di pistola alla radice della coscia destra, in un punto limitrofo all’arteria femorale.

Le indagini, considerati anche i precedenti dei soggetti coinvolti, consentono di definire il fatto come il frutto di un “regolamento di conti” legato allo spaccio di stupefacenti. Nel corso della perquisizione dell’appartamento che gli arrestati occupavano e della loro macchina, è stata trovata la pistola calibro 9×21 usata per la sparatoria, provento di furto a Torriglia a dicembre 2012 e numerosi proiettili.

Sono state anche trovate numerose banconote contraffatte da 20 euro e circa 9 chilogrammi di marijuana, per la cui detenzione gli indagati sono stati tratti in arresto. Trovati e sequestrati anche bilancini di precisione ed una pressa utilizzata per confezionare lo stupefacente da vendere all’ingrosso. I due arrestati sono stati condotti presso la casa circondariale di Marassi.