Piscina di Voltri, la Regione in campo: un tavolo per salvare la storica Mameli

piscina mameli voltri

Regione. Interviene la Regione Liguria, in accordo con il Comune di Genova, per salvare la storica società sportiva “Nicola Mameli 1904” di Voltri, che sabato 3 agosto restituirà al Comune, proprietario dell’impianto, le chiavi della piscina, vista l’insostenibilità dei costi di gestione.

Prima decisione, un tavolo tecnico con enti, istituzioni, Autorità Portuale di Genova, Consorzio Utri Mare e la dirigenza della “Mameli” che si riunirà mercoledì 31 luglio nella sede di De Ferrari, per affrontare la situazione di crisi.

Spiega l’assessore allo Sport della Regione Liguria Matteo Rossi: “L’obiettivo è duplice: concordare gli interventi strutturali necessari all’impianto e trovare soluzioni valide a mantenere un presidio sportivo e sociale irrinunciabile per il territorio del ponente genovese, tentando in tutti i modi di salvare un patrimonio storico della nostra Regione  e della pallanuoto italiana.”

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.