Quantcast

Musica, teatro e incontri: a Lavagna torna “Mondomare Festival”

Lavagna. Mondomare festival ritorna a Lavagna dal 4 al 6 luglio, tre giorni di eventi tra teatro, musica e incontri. La direzione artistica e organizzativa della manifestazione – realizzata con il prezioso contributo del Comune di Lavagna e dello sponsor Duferco Commerciale e con il patrocinio della Regione Liguria – è curata dal Teatro dell’Archivolto.

“Mondomare resiste nonostante la crisi e soprattutto grazie alla ferma volontà del Comune di Lavagna di continuare a sostenerlo” dichiara la direttrice Pina Rando. “Quest’ottava edizione, così come la precedente, presenta solo la tappa di Lavagna – a differenza dei primi anni in cui il Festival aveva la possibilità economica di toccare tutte le province liguri con un programma molto ampio. Ma ciò che è importante per noi è continuare a offrire agli spettatori eventi di qualità e siamo felici di potere affermare che il pubblico di Lavagna ci ha sempre dimostrato un grande affetto”.

Il festival si apre giovedì 4 luglio 2013 alle ore 21.30 in Piazza Marconi all’insegna dei ritmi brasiliani con la trascinante esibizione dell’Orquestra do Fubà, gruppo cosmopolita che vive tra la Francia e il Brasile, caratterizzato da una miscela musicale che contamina la tradizione brasiliana e latino-americana con la canzone francese, passando per il pop, il funk e il reggae. Un concerto da ascoltare e da ballare, in cui la band presenterà l’ultimo disco pubblicato, Fábrica de sonhos.

Il secondo giorno venerdì 5 luglio alle ore 19 ai Giardini della Torre il festival propone un appuntamento dedicato ai più piccoli: Gabriella Picciau, con l’ausilio di coloratissimi pupazzi e divertenti canzoni, trasporta i bambini nel tenero mondo dei personaggi di Nicoletta Costa. Diretto da Giorgio Scaramuzzino e prodotto dal Teatro dell’Archivolto, lo spettacolo Una giornata con Giulio Coniglio si avvale delle musiche originali di Paolo Silvestri.

Si prosegue alle ore 21 in Piazza Marconi con Galata, originale progetto musicale che vede insieme l’Orchestra Bailam di Edmondo Romano e la Compagnia di Canto Trallalero. Il concerto fonde le atmosfere balcaniche e mediorientali tipiche dell’Orchestra Bailam alle sonorità della tradizione genovese. I dieci musicisti sul palco conducono il pubblico in un viaggio immaginario da Genova a Costantinopoli.

Alle ore 22.30 ai Giardini della Torre gli allievi del corso di recitazione condotto dall’attrice e regista Mercedes Martini presentano I Blues di Tennessee Williams, mise en espace di quattro atti unici del celebre drammaturgo statunitense. I Blues saranno replicati ai Giardini della Torre anche mercoledì 3 e domenica 7 luglio, alle ore 21.30.

Il terzo giorno del festival sabato 6 luglio si apre ai Giardini della Torre alle ore 19 con Angelicamente anarchico. Parole di Don Andrea Gallo: un ricordo del prete di strada in un breve reading tratto dalle pagine dei suoi libri. A leggere un volto noto al pubblico teatrale e televisivo, l’attore Mauro Pirovano.

Alle ore 19.30 spazio al dibattito sulla cultura con l’incontro con Bruno Arpaia, autore (insieme a Pietro Greco) del libro La cultura si mangia, edito da Guanda. Un pamphlet battagliero, ben documentato e propositivo, che dimostra che la cultura non solo non sia uno spreco ma come anzi possa e debba diventare un importante motore di sviluppo per il nostro paese. Conduce l’incontro Laura Santini, giornalista di Mentelocale.it e critico teatrale.

Nella prossima vita, concerto che vede insieme sul palco Federico Sirianni e gli Gnu Quartet chiude Mondomare 2013 sabato 6 luglio alle ore 21.30 in Piazza Marconi. Il pluripremiato cantautore e il quartetto genovese che ha seminato collaborazioni con i maggiori artisti italiani hanno dato vita a un progetto discografico e a un live originale e suggestivo, dove convivono canzone d’autore, rock e musica da camera.

Tutti gli eventi di Mondomare festival sono a ingresso libero.