Liguria, la Regione lancia l'idea: tassa di scopo per il restyling di coste e spiagge - Genova 24

Liguria, la Regione lancia l’idea: tassa di scopo per il restyling di coste e spiagge

chiavari spiaggia

Liguria. Aumentare i canoni demaniali dei bagni e delle spiagge libere e attrezzate per reinvestire tutto il ricavato in ripascimenti, scogliere, pennelli frangiflutti, infrastrutture in grado di rilanciare un comparto-chiave per il turismo. E’ questo il patto proposto dalla Regione Liguria agli operatori balneari. La proposta è stata avanzata dall’assessore regionale al Demanio Gabriele Cascino.

Attualmente la Regione Liguria, dalle oltre tremila concessioni demaniali lungo i trecento chilometri di costa, da Sarzana a Ventimiglia, ‘incassa’ il 10% del canone, circa 900 mila euro in tutto. La tassa di scopo proposta dalla Regione Liguria punta invece a recuperare dai 5 ai dieci milioni.

“Puntiamo a concordare l’entità e la classificazione degli aumenti con gli stessi operatori in un confronto attorno un tavolo tecnico che apriremo a settembre – spiega Cascino -. La nostra costa rappresenta per la Liguria un asset formidabile e unico, dove le spiagge delle Riviere, incastonate tra i monti e il mare, vanno difese e rilanciate perché non hanno nulla da invidiare a quelle della vicina Costa Azzurra”.

Ma la proposta scatena le proteste delle opposizioni. “Speriamo che sia solo il frutto di un colpo di sole estivo. Forse l’Assessore non sa quante difficoltà ormai hanno gli stabilimenti balneari ad affrontare e superare questo periodo di profonda crisi cercando anche di non tagliare il personale e di tenere viva la propria attività a garanzia del nostro turismo”. Questo il commento dei consiglieri regionali del Pdl Matteo Rosso e Gino Garibaldi.

“Ci aspettiamo – concludono – una secca presa di distanza da parte di Burlando e dell’Assessore al Turismo Berlangeri di fronte a tali sciocchezze. Abbiamo presentato un interrogazione e annunciamo fin d’ora battaglia nella commissione competente se verrà mantenuta la volontà di aumentare questa tassa”.