Quantcast
Economia

Lavoratori TNT, sciopero e presidio a Sestri Ponente: “No agli esuberi”

tnt

Genova. Uno sciopero pochi giorni fa, un altro in queste ore, accompagnato da un presidio. I dipendenti di TNT non ci stanno al piano di tagli che prevede 854 esuberi a livello nazionale e che, in Liguria, ricadrebbe sulla sede di Genova (4 esuberi), sulla sede di Carasco (chiusura completa del sito ed esubero di 4 lavoratori più l’indotto) e sulla sede di Savona (chiusura completa del sito ed esubero di 8 lavoratori più l’indotto).

Ieri un’ennesima fumata nera: la trattativa tra sindacati ed azienda non è andata a buon fine.
Le Organizzazioni sindacali hanno richiesto all’azienda il ritiro della procedura di licenziamento e la presentazione di un piano industriale rivolto al risanamento e rilancio sul mercato dell’azienda. 

“A fronte di un organico regionale di circa 50 unità, si assiste ad un ridimensionamento del personale di quasi 20 unità con l’aggiunta dell’indotto composto da decine di corrieri e cooperative che basano il loro fatturato in gran parte su quanto commissionato da TNT”, spiegano Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti Genova e Ligura.