Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Roma su Romero e la Sampdoria ripensa a Bardi. Giorni caldi per Gabbiadini

Genova. Era stato selezionato, bloccato e poi scartato a favore di Maarten Stekelemburg. A distanza di due anni la Roma sembra però intenzionata a tornare sui propri passi, tra gli obiettivi per la porta ricompare il nome di Sergio Romero. Il portiere argentino della Sampdoria non è ufficialmente sul mercato ma dietro un’offerta all’altezza delle aspettative blucerchiate tutto può succedere.

La Sampdoria lo ha pagato 3,5 milioni di euro nel 2011. Dall’AZ alla Serie B italiana per poi ritrovarsi in A dodici mesi più tardi. Prestazioni stratosferiche e disattenzioni da dilettante, il portiere argentino non conosce le mezze misure. Delio Rossi a fine campionato gli ha preferito Angelo Da Costa innescando una cascata di voci sul possibile addio di Romero che a Genova guadagna 1,7 milioni di euro a stagione.

Il diretto interessato ha fatto capire a chiare lettere di essere disposto a muoversi solo in direzione di un club di alto profilo, la Roma potrebbe essere di suo gradimento. Quello di Romero è uno dei tanti nomi che gravita attorno al futuro dei pali giallorossi, da qui a dire che i giallorossi lo porteranno nella Capitale ce ne passa. Di certo c’è solo la stima e l’interesse del direttore sportivo della Roma Walter Sabatini.

Anche perché la Sampdoria dovrebbe prima trovare un sostituto. Tornerebbe d’attualità il nome di Francesco Bardi. Il cartellino del numero uno della nazionale Under21 è dell’Inter. Con l’affare Mauro Icardi sullo sfondo trovare un accordo con il club di Massimo Moratti non dovrebbe essere una missione impossibile: specie in caso di prestito o comproprietà.

Dalla porta all’attacco. La Sampdoria sarebbe vicina a chiudere l’operazione Andrea Belotti. Il promettente attaccante dell’Albinoleffe, un classe 1993, è a un passo dal vestire blucerchiato. Ore calde sul fronte Manolo Gabbiadini. In agenda nuovi incontri con la dirigenza della Juventus. La carta da spendersi per la metà dell’attaccante attualmente a metà tra l’Atalanta e i bianconeri è sempre la stessa, Simone Zaza.