Quantcast
Politica

I renziani liguri serrano le fila: “Aperti a tutti, Burlando è fondamentale”. Inizia a Genova il tour di Luca Lotti

Genova. Mentre Matteo Renzi sta incontrando i capi di Stato europei, il suo assistente Luca Lotti, è arrivato a Genova insieme al sindaco di Savona, Federico Berruti, dove ha incontrato prima il presidente Claudio Burlando e la sua giunta per poi dare il via agli incontri con il territorio, partendo appunto da Genova, per poi passare a Imperia, Savona e Sarzana.

“Credo che sia giusto che il responsabile degli enti locali faccia il suo mestiere andando in giro per i Comuni a parlare con le amministrazioni – esordisce Lotti – la Liguria è una Regione fra quelle che ha maggiormente supportato il Pd e mi auguro lo possa fare in futuro”.

Per quanto riguarda le polemiche tra “nuovi” e “vecchi” renziani, il segretario di Renzi minimizza. “Non credo ci siano polemiche. Renzi si era presentato a Verona chiedendo i voti delusi del centrodestra, quindi è normalissimo che ora possa fare un percorso con Renzi anche chi non lo aveva fatto prima”.

Poi un inevitabile commento dopo l’incontro con il governatore Burlando e la sua vicinanza sempre più marcata verso Matteo Renzi. “Un ottimo presidente di Regione, che sta lavorando benissimo e mi auguro che vada avanti così – prosegue – Mi auguro che possa fare parte del percorso congressuale portando avanti tutta la sua esperienza”.

Mentre Renzi incontra i capi di stato europei, quindi, Lotti incontra le realtà territoriali. “E’ giusto valutare la situazione del Pd nelle varte realtà territoriali e io credo che non ci sia polemica tra i primi arrivati e quelli arrivati dopo. Semmai è una questione di coerenza, cioè se tutti quelli che partecipano saranno coerenti, allora saranno ben accolti nelle nostre fila”. Queste le parole del genovese Gianluca Mambilla, secondo cui è probabile che il processo di avvicinamento non finisca qui.

“Dobbiamo provare ad affermarci sia all’interno che all’esterno del partito e i nuovi arrivi spero portino un valore aggiunto – conclude – parliamo di una galassia composita e si tratta di mettere in ordine questo universo così ampio e variegato”.