Quantcast
Economia

Genova, la richiesta di Cgil e Cisl al Comune: “Urgente aprire un tavolo sulle partecipate”

palazzo tursi comune genova

Genova. E’ urgente aprire un ”tavolo che analizzi la situazione del ‘gruppo’ Comune di Genova con tutte le sue partecipate, traguardando immediatamente la Città Metropolitana e il ruolo dei Municipi, così come una programmazione delle assunzioni e i trasferimenti intersocietari”. Lo sostengono la Cgil e la Cisl.

La Cgil aggiunge di essere ”pronta a misurarsi con progetti seri, in percorsi non vincolati, con dati trasparenti sulle società, i bilanci, le attività e la conoscenza sulle professionalità dei lavoratori che vi operano, trattando il merito e non le suggestioni politiche”.

”Sulla base di ciò – prosegue la nota – si dovrà nei prossimi giorni avviare una ricognizione che consenta di salvaguardare sia i servizi, sia le società partecipate in uno scenario in rapida evoluzione, essendo titolati più di altri a coniugare socialità, risorse e diritti in una logica di rappresentanza vera e non costruita sulle pagine dei giornali”.

La Cisl ribadisce ”la necessità di essere messi a conoscenza degli importi per ogni singola voce di spesa (anziani, minori etc), numero dei beneficiari e numero dei controlli esercitati sulla qualità delle prestazioni erogate dalle aziende appaltatrici nonchè sui redditi di chi richiede prestazioni gratuite o agevolate” e chiede ”chiarezza e trasparenza sul destino delle partecipate nel loro complesso evitando di trattare su ogni singola azienda (Amiu, Aster, Amt ecc) perdendo di vista l’insieme del problema e non ottenendo né prospettiva né tantomeno soluzione”.