Quantcast
Cronaca

Genoa, Preziosi: “No a scambio Borriello-Gilardino”

alberto gilardino genoa

Genova. “Sono venute meno le convenienze per Roma e Genoa per lo scambio Borriello-Gilardino. Abbiamo capito che non si poteva fare”.

A chiudere l’operazione di mercato riguardante gli attaccanti e’ il presidente del Grifone, Enrico Preziosi. “Non ci siamo visti nel weekend per definire e all’improvviso c’e’ stato un ostacolo. Sapevamo che difficilmente avremmo chiuso l’operazione gia’ prima di vederci e cosi’ e’ stato. Cio’ non significa che i rapporti fra i due club si siano deteriorati, anzi. Restano ottimi”.

A impedire la fumata bianca sono state però le differenti richieste dei due club. “Avremmo voluto un conguaglio economico a nostro favore, la Roma voleva farlo alla pari, per noi non ci sarebbero state piu’ le condizioni giuste per trattare – ha ammesso Preziosi intervenuto a Tele Radio Stereo – Chiusura definitiva? Nella vita mai dire mai, ma Gilardino oggi puo’ essere considerato un giocatore del
Genoa a pieno titolo, una volta partito per il ritiro pero’ intendiamo tenerlo. Bisogna credere nei giocatori, noi in lui crediamo, c’era la possibilita’ di scambiarlo con Borriello che da noi ha fatto molto bene e per Alberto la Roma avrebbe rappresentato una grande opportunita’. Venuti meno i presupposti, Gilardino sara’ la nostra prima punta”.

Quanto a Kucka, il centrocampista slovacco “piaceva molto a Baldini, per lui stravedeva. Con Sabatini non ne ho mai parlato. Per Kucka – ha concluso Preziosi – stiamo valutando ipotesi italiane e
straniere”.