Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cornigliano verso la riqualificazione: consegnati 18 appartamenti pubblici

Più informazioni su

Regione. Consegnati oggi agli assegnatari 18 nuovi appartamenti di edilizia residenziale pubblica in via Bertolotti 9 a Genova Cornigliano. Alla consegna hanno partecipato il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, l’assessore regionale alle Politiche abitative, edilizia e lavori pubblici, Giovanni Boitano, l’assessore al Territorio del municipio Medio Ponente Ferruccio Bommara e l’amministratore unico di Arte Genova Vladimiro Augusti.

Prosegue il programma di riqualificazione urbana del quartiere genovese di Cornigliano che ha previsto la bonifica dell’area dell’ex Cotonificio con la demolizione dell’ottocentesca manifattura e la costruzione ex novo dell’ala di levante destinata a Edilizia Residenziale Pubblica (ERP). L’area di ponente è invece destinata all’insediamento di un supermercato di prossima realizzazione. Il nuovo edificio ha sei appartamenti per piano serviti da 2 scale con ascensore. Complessivamente sono stati realizzati 18 alloggi, di piccolo e medio taglio (tra i 40 e gli 82 metri quadrati), composti da soggiorno con angolo cottura o cucina abitabile, bagno, ripostiglio e una o due camere da letto.

Al primo piano è situata un’abitazione destinata a una persona disabile, opportunamente dimensionata e attrezzata. L’area esterna è stata sistemata a verde pubblico, con percorsi pedonali e spazi di sosta attrezzati. Nell’area a sud dell’edificio (lato ferrovia) sono stati realizzati i parcheggi relativi alle abitazioni. I lavori, iniziati nel febbraio 2011 e in via di conclusione, sono stati finanziati dalla Regione Liguria con 1 milione e 400 mila euro e dal Ministero delle Infrastrutture con 2 milioni e 200 mila euro. La scelta progettuale di demolire l’antico insediamento e di ricostruire il nuovo corpo di fabbrica in posizione leggermente ruotata rispetto all’originario orientamento è stata dettata dalla necessità di migliorare la visibilità per i residenti di vico S. Gaetano. La nuova costruzione infatti, è stata realizzata ad una distanza di 10 metri dagli edifici contrapposti.

La soluzione progettuale adottata ha consentito di recuperare, in accordo con la Soprintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria, l’originaria torre dello stabilimento che costituisce l’elemento architettonico più significativo e storicamente rilevante dell’antico insediamento industriale.