Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Commerciavano illegalmente pesce: controlli e sequestri della Guardia costiera di Genova e Venezia

La Guardia Costiera di Venezia e quella di Genova hanno sequestrato alcuni esemplari di tonno rosso, 2 quintali e mezzo di pesce spada, alcuni quintali di squalo smeriglio ed una tonnellata di pesce vario.

Il sequestro è stato fatto nell’ambito del contrasto della commercializzazione illegale di prodotti ittici. I militari della guardia costiera coordinati dai rispettivi centri di controllo area pesca, hanno operato nelle ultime due settimane, in collaborazione con i servizi veterinari delle Asl di Bergamo e Milano, in aziende alimentari e piattaforme dell’interland milanese e bergamasco.

L’ispezione si è conclusa con il sequestro amministrativo di alcuni esemplari di tonno rosso, provenienti da circuiti di pesca illegale e catturati fuori dalle quote previste dalla comunità europea. Sono stati inoltre posti sotto sequestro 2 quintali e mezzo di pesce spada, alcuni quintali di squalo smeriglio ed una tonnellata di pesce vario, per violazione delle norme sulla etichettatura e tracciabilità.

Un grosso quantitativo di prodotti ittici (11 tonnellate circa) è stato inoltre posto sotto sequestro penale per frode in commercio, essendo stato rinvenuto con etichettatura risalente a prodotti provenienti dal mediterraneo mentre si trattava invece di prodotto pescato in area indopacifica.

Sono state comminate sanzioni amministrative per un totale di 136.500 euro mentre due titolari di esercizi commerciali di distribuzione sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per frode in commercio e per commercio di prodotti alimentari in stato di alterazione e cattiva conservazione.