Quantcast

Balneari, Canale (Oasi Confartigianato): “Giusto favorire la destagionalizzazione dell’attività”

spiaggia - stabilimenti balneari

Regione. “Le modifiche approvate questa mattina dalla giunta regionale accolgono le nostre richieste e vanno nella direzione di rendere più elastica la gestione delle aperture degli stabilimenti e delle spiagge libere attrezzate. L’obiettivo comune da perseguire rimane la destagionalizzazione dell’offerta, quindi l’allungamento della stagione rispetto ai tre canonici mesi estivi, un fatto questo che aumenterebbe senza dubbio la capacità di attrazione turistica della nostra Regione”.

Così commenta Giovanni Canale, coordinatore Oasi-Confartigianato Liguria, la delibera di giunta approvata questa mattina, su proposta dell’assessore all’Urbanistica e Demanio Gabriele Cascino, in merito alle modifiche delleLinee guida (delibera n.156 del 15 febbraio 2013) per l’apertura degli balneari e spiagge libere attrezzate.

“Giudichiamo positivo – spiega Canale – l’aver lasciato maggiore libertà ai singoli operatori nelle aperture, riducendo il periodo e gli orari minimi obbligatori, che imbrigliavano i gestori in oneri troppo gravosi inperiodi di ridotto flusso turistico, cioè a maggio e dal 16 al 30 settembre, quando le scuole sono ancora aperte e quindi si riducono le possibilità per le famiglie di fruire delle strutture. Nell’ottica di favorire la destagionalizzazione dell’offerta turistica, accogliamo positivamente anche l’aggiustamento delle Linee guida in merito alle aperture di stabilimenti e spiagge libere attrezzate per elioterapia dal 1° aprile al 30 ottobre, delegando ai singoli territori, cioè ai Comuni, di concedere deroghe su chiusure e aperture anticipate, affinché possano gestire l’attività valutando anche le condizioni meteo che, purtroppo, come è accaduto quest’anno, hanno penalizzato un settore indissolubilmente legato agli imprevedibili agenti atmosferici”.

Più informazioni