Politica

Attacco di Orlando e Berruti a Burlando, Pdl: “Anche il Pd certifica il fallimento delle politiche regionali della giunta”

Regione. “Anche il Pd certifica il fallimento delle politiche regionali della Giunta Burlando. Le dichiarazioni di autorevoli esponenti del centro sinistra come il Ministro Orlando e il sindaco di Savona Berruti riconoscono ciò che il centro destra, in particolare il Gruppo regionale del Pdl, negli ultimi anni ha sempre evidenziato, ovvero il fallimento delle scelte amministrative del centro sinistra in Liguria”.

Così dichiara il consigliere regionale del Pdl Marco Scajola, vice presidente del Gruppo regionale del Pdl, che prosegue: “infatti come da noi continuamente denunciato manca una strategia amministrativa regionale. In questi anni la Giunta Burlando ha sempre navigato a vista inseguendo le problematiche senza mai anticipare le questioni e senza mai organizzarsi per attuare scelte importanti che potessero andare a favorire un rilancio economico del territorio.”

Scajola continua: “temi come sanità, turismo, disoccupazione giovanile, rifiuti e trasporto pubblico locale, centrali per la nostra regione, non sono trattati con la dovuta attenzione e manca una strategia chiara e condivisa. Non si può governare in una fase così difficile quale quella che stiamo vivendo basandosi sull’improvvisazione e scaricando le questioni su altri enti. Il fatto che anche importanti esponenti del Partito Democratico condividano e dicano le cose che il centro destra sta ribadendo da anni, non solo rappresenta un ammissione di un fallimento politico amministrativo, ma rimarca il fatto che non si può continuare, per la regione, ad andare avanti in questo modo ma bisogna cambiare strada”.

“I liguri se ne stanno accorgendo sulla propria pelle che in questo modo non si può più continuare; il centro destra dovrà essere pronto ad interpretare la voglia di cambiamento dei cittadini ed essere protagonista del futuro della nostra regione per guidare la Liguria con persone nuove, motivate e competenti e riuscire così a dare risposte concrete ai tanti temi che non possono essere lasciati nel cassetto”, conclude Marco Scajola.