Cronaca

A Rapallo cantieri aperti, ruspe in spiaggia e divieto di balneazione: la cittadinanza insorge

Rapallo. Dopo il guasto avvenuto all’impianto di trattamenti dell’acqua da depurare in via Betti, ieri sono arrivate le rassicurazioni di Idrotigullio, che ha specificato che “l’impianto è tornato da subito regolarmente a funzionare dopo l’intervento della squadra tecnica” e che saranno effettuate regolarmente le analisi in mare.

Nonostante questo, però, il divieto di balneazione è ancora vigente e oltre ai balneari, che chiameranno in causa la società Idrotigullio e il Comune di Rapallo, adesso è anche la cittadinanza a tuonare su Facebook.

“Vedere una coda da via Bolzano al casello praticamente ferma e vedere cantieri aperti e elevatori in mezzo alla strada che deviano traffico in pieno luglio…poi guardare il mare e non vedere nessuno che fa il bagno… beh…. ditemi quello che sta accadendo a Rapallo perché sinceramente non ci capisco nulla”, si legge in un post sulla pagina “Mugugno Rapallo”. E i commenti di questo tenore sono diversi, anche perché nelle ore di punta la coda in via Mameli, da e per l’autostrada, è davvero imponente.

“In qualunque città turistica in questi periodi bloccano i lavori che rallentano il traffico. Qui a Rapallo pure lavori pubblici in pieno luglio…ora…Abbiamo aspettato anni..per cui almeno la rotonda si poteva rimandare a settembre”, si legge ancora.

Ecco un argomento di grande attualità, cioè i lavori alla rotonda di Siggi, all’altezza della chiesa di Sant’Anna. E’ proprio di questo cantiere che si lamentano i cittadini, secondo cui certi lavori non dovevano essere effettuati in questo mese di alta stagione, ma ormai rimandati alla fine dell’estate.

Stamattina, però, anche un altro problema è stata sollevato da Andrea Carannante, Comitato Spiagge Libere. “Da una parte il divieto di balneazione, a San Michele ruspe e camion sulla spiaggia, la stagione mi sembra quella giusta”, spiega.

Insomma, le problematiche sollevate dai cittadini sono numerose, soprattuto se si pensa al periodo di alta stagione “in cui la città dovrebbe essere al suo top”.