Quantcast
Cronaca

Via Turati, Tursi studia strategie alternative. Fiorini: “Massimo impegno contro abusivismo”

Genova. “Non ho mai detto che la criminalità sia da tollerare, si tratta di un fenomeno che da sempre si ripete e su cui dobbiamo continuare a lavorare”. Così l’assessore Elena Fiorini ha risposto oggi in Aula Rossa durante il question time sull’abolizione del Nucleo Antiabusivismo e sul proliferare dei mercatini, come denunciato ieri dal consigliere della Lega Nord, Edoardo Rixi e dal sindacato di Polizia Municipale Diccap.

“L’abusivismo commerciale è in espansione in tutta Italia, anche a causa della crisi – ha ricordato Fiorini – ma i dati sul numero delle operazioni svolte dal NAC, testimoniano che la giunta lavora sulla repressione del fenomeno e a tutela di quanti pagano le tasse. Abbiamo un tavolo con la questura in questo senso”.

Nell’ambito della revisione dell’organizzazione dell’ente e nell’ottica della riduzione delle spese, le funzioni di staff sono state unificate (da 4 posizioni organizzative a 1) e anche il Nucleo Palazzo Civico è stato accorpato. “Ma questa revisione non significa aver eliminato le funzioni che, al contrario, verranno meglio raccordate con le esigenze del territorio – ha sottolineato l’assessore – Avremo un servizio riorganizzato anche in funzione del contrasto, non solo del singolo commerciante abusivo, ma delle reti che organizzano l’abusivismo”.

Il mercatino di Via Turati ha però una particolarità propria. “La via è presidiata regolarmente come da ordinanza del Questore – ha ricordato Fiorini – è un mercatino spontaneo che si crea in punti diversi e a orari diversi, il tentativo è quello di essere presenti il più possibile”.

L’attenzione dell’amministrazione, secondo Tursi, c’è. “Con tutti i limiti di dover intervenire su un fenomeno spontaneo e ciclico – ha spiegato l’assessore – stiamo lavorando in sinergia con le altre forze dell’ordine”. Non è solo competenza comunale data la possibile presenza di reati. “Stiamo cercando di elaborare soluzioni e strategie alternative per decomprire e controllare meglio il fenomeno”, ha concluso Fiorini. Prima del consiglio monotematico chiesto ieri da Rixi sarà convocata a Tursi una commissione ad hoc alla presenza di Prefetto e Questore.