Quantcast
Cronaca

“Venite a prendermi”: giallo sulla prostituta genovese scomparsa, forse è in Romania

Vicolo, centro storico

Genova. Si troverebbe in Romania la prostituta genovese di 23 anni scomparsa alcuni giorni fa dalla sua abitazione.

La giovane, che risiede nel centro storico genovese insieme a un cittadino marocchino, al momento in carcere per spaccio di droga, avrebbe dovuto incontrare la madre e la sorella al Porto Antico sabato 15 giugno ma non si è presentata all’appuntamento.

I famigliari hanno dato l’allarme e martedì è arrivata una telefonata dalla giovane alla sorella, una richiesta di aiuto in cui la ragazza avrebbe affermato piangendo di essere stata portata in Romania. “Mi hanno minacciata e vogliono farmi prostituire, venitemi a prendere” avrebbe detto ai famigliari.

Non è chiaro se la giovane, che lavorava frequentemente in un albergo a ore nel centro storico di Genova, si sia allontanata volontariamente dalla propria abitazione seguendo un conoscente. Se la telefonata alla sorella sembrerebbe escludere quest’ipotesi, è anche vero che, a tre giorni dal presunto sequestro, la 23enne aveva ancora in mano il suo cellulare. Poi, però, le comunicazioni si sono interrotte.

Il pubblico ministero Federico Manotti ha aperto un fascicolo contro ignoti per sequestro di persona e sul caso stanno indagando i Ros di Genova. Ora però, visto che sembra accertato che la giovane si trova in uno stato estero, per il proseguimento dell’indagine è stata coinvolta l’Interpol.