Quantcast
Sport

Vela, campionato del mondo Etchells: vince un americano, il sammargheritese Cimarosti secondo fra gli italiani

vela

Rosignano Marittimo. Dopo le 8 prove disputate, conquista il titolo mondiale lo skipper americano Marvin Beckmann al timone del suo Etchells “The Martian” (dal nome di un personaggio dei cartoni animati Marvin The Martian, un buffo personaggio vestito da antico romano con le scarpe da basket). Con lui altri due velisti americani Steven Hunt ed Ezra Cutler. Il team americano ha conquistato il titolo grazie alla sua grande regolarità nelle singole prove in cui non è mai uscito dai primi 10 della classifica dopo aver esordito con una vittoria nella prova d’esordio (1-3-9-3-3-10-5-(13)).

“Abbiamo ottenuto questo successo – ha dichiarato Beckmann – grazie alle intuizioni tattiche di Steven Hunt e al grande affiatamento dell’equipaggio. Si è trattato di una competizione dura con tante nazioni e moltissimi velisti di grande livello tecnico. Questo risultato completa degnamente una stagione che finora ci ha regalato anche altri importanti risultati come la Jaguar Cup di Miami, il Campionato Nord Americano, senza dimenticare il primo posto ottenuto la scorsa settimana nel Campionato Italiano sullo stesso campo di regata”.

Piazza d’onore per un altro equipaggio americano quello di “Raging Rooster” guidato da Peter S. Dunkan coadiuvato alla tattica dall’olimpionico Judson Smith e con il prodiere Thomas Blackwell. Il team a stelle e strisce concludeva con un distacco di 12 punti dal vincitore pur ottenendo una serie di risultati parziali spesso nelle prime posizioni ((19)-13-2-5-19-3-3-1). Il terzo gradino del podio è stato appannaggio del Campione Europeo in carica Ante Razmilovich, velista portacolori di Hong Kong al timone di “Swedish Blue” con il tattico americano plurititolato Chris Larson e il prodiere Stuart Flinn (15-2-12-4-10-8-4-(30) – 9).

Convincente la prestazione di Ottavio Cimarosti, portacolori del Circolo Nautico Rapallo, su Motomar, secondo tra gli italiani in gara, ma autore di eccellenti prestazioni di giornata e spunti di velocità che che gli hanno procurato i complimenti dei più titolati avversari. “Ci é mancata la continuità dei risultati -dichiara lo skipper sammargheritese alla fine della competizione – a causa di mancanza di affiatamento dell’equipaggio, ma per quello che abbiamo fatto vedere di noi potevamo sicuramente classificarci molto meglio. Le condizioni meteo simili al nostro golfo ci hanno sicuramente favorito, ed in definitiva sono soddisfatto di questo risultato”.

Al Campionato Mondiale Etchells 2013 hanno preso parte 41 equipaggi in rappresentanza di 14 nazioni (Australia, Bahamas, Bermuda, Gran Bretagna, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Olanda, Nuova Zelanda, Singapore, Svizzera, Emirati Arabi Uniti, Ucraina e USA): il prossimo anno il campionato verrà disputato a New York.