Quantcast
Cronaca

Tragedia di Genova, periti di nuovo a bordo della Jolly Nero: quasi completato l’esame dei dati del Vdr

Genova. Sono saliti di nuovo a bordo della Jolly Nero questa mattina i periti della Procura di Genova per “completare l’esame di alcune strumentazioni di bordo e fare alcune verifiche dopo la prova in mare della scorsa settimana”. Al di là quindi dell’istanza presentata dai legali del pilota Antonio Anfossi, “l’esame dei periti non è ancora stato completato e solo solo dopo potremo procedere al dissequestro della nave” ha spiegato il procuratore capo Michele di Lecce.

La Polizia Postale intanto sembra essere a buon punto nell’esame del contenuto della scatola nera, dove ci sarebbero dati e file audio di quella tragica sera. Il completamento dell’esame del Vdr “che dovrebbe essere questione di pochi giorni” sarà probabilmente decisivo per far fare passi avanti alle indagini. Più difficoltoso al momento il recupero dei dati dall’hardware recuperato sul fondo del Molo Giano i cui dati devono ancora essere decriptati: “Solo allora – ha spiegato Di Lecce – potremo sapere se si tratta di dati utili alle indagini”.

La Procura ha confermato che “avremo nuovi indagati solo e se accerteremo altre responsabilità precise”. La scelta è chiara e perfettamente in linea con il modo in cui la Procura si mosse sul caso Adinolfi: anche se a un certo punto delle indagini la matrice di area anarchica sembrava chiara, gli inquirenti si guardarono bene dall’indagare interi gruppi per procedere solo di fronte a responsabilità ben delineate.