Quantcast
Cronaca

Tragedia di Genova, la perizia sulla Jolly Nero si avvia alla conclusione: nave verso il dissequestro

jolly nero

Genova. Con gli ulteriori accertamenti compiuti ieri a bordo della Jolly Nero dai due periti della Procura dovrebbe essere conclusa la perizia sullo stato della
nave. Oggi gli ammiragli della Marina Militare che avevano il compito di verificare le condizioni degli apparati motoristici del cargo riferiranno i risultati al procuratore capo Michele Di Lecce e al sostituto procuratore Walter Cotugno, che coordinano l’inchiesta sul tragico incidente del 7 maggio scorso.

Se non saranno programmati altri accertamenti o uscite in mare la nave
potrebbe essere dissequestrata al più presto. Secondo quanto si è appreso, i periti hanno esaminato in particolare l’apparato di allarme dal ponte di comando alla sala macchine che pare sia risultato funzionante.

E’ stata anche controllata la valvola di avviamento del motore della nave che recava un cartello con la scritta ”non toccare” perché doveva rimanere chiusa e che pare nessuno abbia aperto. Inoltre i periti hanno acquisito tutti i documenti di bordo di cui e stata fatta copia. Tra questi anche i manuali di uso e
manutenzione di tutte le apparecchiature di bordo.

Per quanto riguarda le voci trovate nella scheda di memoria della ‘scatola nera’ della nave le quali riportano le comunicazioni dalla plancia, il procuratore ha confermato che sono state sentite dai periti ma si tratta di ”pezzi frammentari di momenti e di situazioni che devono essere sistemati”. ”Bisogna fare una ricostruzione – ha spiegato Di Lecce – perché ognuno ha la sua scansione. Potrebbe essere possibile ottenere dei risultati in settimana”.