Quantcast
Politica

Terzo Valico, Burlando scrive al Governo: “Le nostre preoccupazioni aumentano”

burlando

Genova. Il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando ha scritto una lettera al presidente del Consiglio Enrico Letta e ai ministri Saccomani, Lupi e Zanonato in cui esprime la “preoccupazione della comunità portuale e di tutta la Regione” per la decisione di definanziare il secondo lotto del Terzo Valico ferroviario Genova-Milano contenuta nel decreto approvato dal Consiglio dei Ministri.

“E’ vero che il governo ha inserito in altro provvedimento un finanziamento alternativo – spiega il presidente ligure -. Tuttavia tale finanziamento è destinato con priorità a Terzo Valico e Brennero. Quindi non è escluso che esso possa essere destinato anche ad altre opere e comunque sarà il Cipe a decidere come esso verrà ripartito”.

A Letta il presidente Liguria scrive che “è ancora più preoccupante il problema della tempistica. Basti pensare che
dopo la decisione del governo sul finanziamento precedente, il secondo lotto (dopo la delibera Cipe, la registrazione da parte della Corte dei Conti, il decreto interministeriale, ecc.) divenne operativo solo dopo più di un anno.Non è chiaro come il concessionario possa procedere a espropri e appalti prima della disponibilità effettiva delle risorse – si legge ancora -. Inoltre la durata del secondo lotto è assai più breve dell’ipotizzato periodo di finanziamenti e anche questo può creare ostacoli alla rapida realizzazione dell’opera. Del resto se non vi fossero problemi sui tempi e sul tiraggio di cassa, come il governo ha detto in questi giorni, non si capisce perché non si potrebbero usare le ‘risorse nuove’ per le nuove opere da finanziare, lasciando quelle vecchie al valico. Le verifiche fatte con diversi uffici non hanno fatto altro che aumentare le nostre preoccupazioni”.