Quantcast
Cronaca

Terzo settore, le cooperative sociali lanciano l’allarme: “A rischio i servizi e centinaia di posti di lavoro”

Genova, protesta terzo settore

Genova. Il comparto Cooperative Sociali Legacoop esprime “profonda preoccupazione per la gravissima situazione in cui versano i servizi sociali nella nostra città”.

A rischio secondo le cooperative sociali i “servizi fondamentali per i cittadini più deboli della nostra comunità: anziani, minori, disabili” e “centinaia di posti di lavoro, di educatori, assistenti domiciliari, operatori dell’assistenza che non possono essere considerati lavoratori di serie B”.

Il bilancio del Comune di Genova non è stato ancora approvato e non si hanno notizie certe sui tempi di approvazione. Tutto questo determina una situazione di totale incertezza anche a fronte delle preoccupanti notizie che parlano di circa 40 milioni mancanti per garantire un livello di spesa adeguato alle esigenze.

Il comparto lancia l’appello all’amministrazione comunale, alle forze politiche, alle organizzazioni sindacali: affrontare “finalmente” con risposte chiare un problema che rischia di “passare in secondo piano rispetto ad altre vertenze, certamente importanti, di cui si parla in città (AMT, Carlo Felice ecc)”.

“Insieme alle altre organizzazioni e al Forum del Terzo settore riteniamo si debba aprire una fase di forte mobilitazione con l’obiettivo di salvaguardare i servizi, i cittadini più deboli e l’occupazione”, concludono le cooperature.