Quantcast
Economia

Seconde case: in Provincia di Genova crollano i prezzi, ma Sestri Levante resta fra le città più care del nord

Genova. Continua il ribasso dei valori sul mercato della casa vacanza, che ha segnalato una contrazione della domanda ed un aumento dell’offerta, quest’ultima in parte determinata anche dall’Imu. Infatti tra coloro che possiedono una casa vacanza, poco utilizzata durante l’anno, si sono registrate diverse dismissioni causate dall’aggravio delle spese.

Nella seconda parte del 2012 le località turistiche della Liguria hanno registrato una diminuzione del 6,2%. La provincia di Genova è quella che ha segnalato il ribasso di prezzi più forte con -8,1% e tra le località si segnalano Sestri Levante con -12,1%, Lavagna con -10,1% e Chiavari con -9,6% . Anche se fra queste città, va detto che Sestri Levante rimane fra le più costose località balneari (8 mila euro mq), collocandosi al terzo posto, dopo Alassio e Varigotti.

La provincia di Imperia invece ha avuto un comportamento migliore perdendo solo il 4,4%. Sanremo e Bordighera sono le località che hanno registrato i ribassi di prezzo più contenuti. Nelle località della provincia di Imperia si registrano acquisti di immobili nell’entroterra da parte di stranieri. Nella provincia di Savona ci sono due delle località più costose Alassio e Varigotti.

Si preferiscono le regioni più vicine al luogo di residenza, al fine di poter utilizzare l’immobile non solo durante il periodo estivo ma anche in inverno e durante i week end.

Gli stranieri prediligono le soluzioni indipendenti, meglio se posizionate in zone tranquille, a volte anche più distanti dal mare ma con vista panoramica. Tra coloro che acquistano nelle località di mare italiane si segnalano russi, tedeschi, inglesi ed olandesi.