Quantcast
Altre news

Santa Margherita, Centri Estivi mai così ricchi e affollati: per 180 bambini sarà un’estate fantastica

santa margherita

Santa Margherita. Anche quest’anno, nei mesi di luglio e agosto, il Comune di Santa Margherita Ligure organizzerà i centri estivi per i suoi cittadini più giovani. Per il gruppo delle elementari i centri apriranno già metà giugno – novità degli ultimi due anni – per affrontare il periodo immediatamente seguente la chiusura delle scuole, particolarmente difficoltoso per le famiglie ove lavorano entrambi i genitori.

Come accade ormai da diversi anni i centri estivi si avvalgono di un sistema di co-progettazione con le associazioni sportive e di promozione sociale locali che consente di offrire ai frequentanti un ventaglio diversificato di esperienze: dai tornei sportivi , alle escursioni sul monte, fino al bivacco momento particolarmente gradito ai ragazzi.

La più recente partnership è quella con l’Ente Parco di Portofino, che ha messo a disposizione l’esperienza e gli operatori del proprio Centro di Educazione Ambientale, il LabTer Parco di Portofino. Oltre a una serie di attività ludico/educative, escursioni guidate e laboratori per approfondire tematiche legate in generale all’ambiente ed in particolare alle aree Protette di Portofino, Grazie al LabTer sarà possibile prenotare, a pagamento, una serie di attività extra ed ingressi a strutture esterne, come Acquario di Genova, Museo Nazionale dell’Antartide, Museo del mare Galata, Castel Dragone a Camogli.

“L’offerta del Comune – dichiara l’assessore ai servizi sociali Maurizio Tuseo – non vuole essere un’alternativa ai servizi di babysitting, ma l’occasione di svolgere attività socializzanti particolarmente formative. L’impiego di associazioni del territorio ci consente di offrire opportunità di lavoro ai ragazzi sammargheritesi, spesso universitari , che trovano nell’attività di educatore un’interessante occupazione temporanea. Siamo anche riusciti a garantire il centro estivo per i più piccoli, spostando i lavori di manutenzione straordinaria all’asilo nido nel mese di settembre”.

Le rette, sempre piuttosto contenute rispetto ai comuni limitrofi, non hanno subito alcun adeguamento e restano pertanto ferme allo scorso anno.

Il centro è aperto a tutti i bambini e ragazzi da 3 a 12 anni con precedenza per i residenti. Compatibilmente con la disponibilità di posti è possibile accedere anche ai non residenti i cui genitori abbiano comunque un’attività lavorativa nel nostro territorio.

Anche quest’anno le richieste sono state numerose: le iscrizioni complessive sono 180 con un picco di 160 bambini nel mese di luglio. L’impegno di spesa ammonta ad euro 122.000,00 di cui saranno recuperati presumibilmente euro 65.000,00.

Resta vigile l’attenzione sulle richieste di riduzione o esenzione; le situazioni manifestamente incongruenti saranno oggetto dei controlli previsti per legge.