Quantcast

Palombo: “Una Sampdoria giovane e competitiva”. Mercato, il sogno è Quagliarella

Esultanza Palombo - Sampdoria Padova

Genova. Si gode le vacanze Angelo Palombo. Se le è meritate. Stagione strana la sua. Partito fra i fuori-rosa si è ritrovato perno della retroguardia blucerchiata. Merito di Delio Rossi che ha sempre creduto in lui. E il tecnico continuerà a farlo anche nella prossima stagione. Lo vede difensore e tale resterà nello scacchiere tattico.

Ospite dei Summer Games di Porto Cervo il centrocampista della Sampdoria si è concesso ai microfoni dei giornalisti: “La squadra ha un progetto importante, la conferma del tecnico lo dimostra. La società punta giustamente sui giovani perché il calcio, quello di oggi, deve ripartire proprio dai vivai”.

E anche per lui che proprio ragazzino non è il lavoro non mancherà: “Quando ti ritrovi all’interno di un progetto votato ai giovani, da vecchietto devi dare una mano a questi ragazzi, aiutare a farli crescere e maturare”.

Mercato. Sono ore decisive sul fronte Lorenzo De Silvestri. Oggi Sampdoria e Fiorentina decideranno il futuro del terzino che, salvo colpi di scena, dovrebbe proseguire la propria avventura in blucerchiato. Intano sembra avvicinasi a Genova anche Ante Rebic, classe ’93 del RNK Split. Il direttore sportivo Carlo Osti è pronto a offrire 2,5 milioni di euro per la promettente punta croata.

Vada per Rebic ma il sogno di mezza (meglio dire inizio) estate porta il nome di Fabio Quagliarella. L’attaccante è in uscita dalla Juventus. Costa caro per le casse blucerchiate, circa 10 milioni. Ma con il cartellino di Simone Zaza ancora da giocarsi la parte cash potrebbe scendere quanto basta. La Sampdoria è pronta a sferrare l’assalto decisivo. Quello del bomber sarebbe un ritorno quanto mai gradito dai tifosi che ancora hanno negli occhi le sue prodezze. Non sarà un ragazzino ma piedi buoni come i suoi fanno sempre comodo a chiunque.