Quantcast
Cronaca

Maturità 2013, il prof di lettere: “Tracce fattibili, studenti del classico un po’ penalizzati”

Maturità 2013 al via, gli studenti alle prese con il tema

Genova. “Infinito Viaggiare”, Leopardi quest’anno non c’entra: la sorpresa della maturità 2013 si chiama Claudio Magris. “Magris chi?” è l’eco degli studenti stupefatti. Passano poche ore e l’hashtag #Magris è primo su Twitter.

“Quasi nessuno lo conosceva – ammette Guido Sarpero, professore d’italiano al liceo classico D’Oria. Non più romanzi o poesie, ma testi divulgativi. “In effetti è da tre anni che vengono proposti testi letterari non tradizionali – continua Sarpero – Al di là di questo quella su Magris era una traccia molto interessante e soprattutto nella parte in cui si chiedeva di estendere il commento all’esperienza di viaggio di autori del Novecento. Dava tutte le possibilità per fare un buon lavoro”.

Secondo il professore di lettere le tracce in sè erano tutte “abbastanza fattibili, anche abbastanza facili. Ma secondo me gli alunni del liceo classico potrebbero anche risultare un po’ penalizzati dalla mancanza di un testo letterario, come sono abituati durante l’anno. Su 7 uno poteva starci”, conclude il prof Sarpero.

Più informazioni