Quantcast

Liguria, prevenzione incendi boschivi: al via dal primo luglio il piano operativo

Regione. Partirà da lunedì 1 luglio e si concluderà il 30 settembre la campagna estiva di monitoraggio del territorio per la prevenzione e il contrasto agli incendi boschivi. Lo comunica l’assessore all’agricoltura della Regione Liguria, Giovanni Barbagallo.

Saranno 1800 i volontari su tutta la regione, suddivisi in 200 squadre organizzate dai 4 comandi provinciali del Corpo Forestale dello Stato, sulla base delle procedure individuate dalla Giunta regionale. Il piano operativo è condiviso da tutte le forze del sistema regionale: Corpo Forestale dello Stato, Volontariato e Protezione civile. E’ previsto che ogni comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato organizzi le uscite delle squadre sul territorio durante la settimana con i mezzi antincendio a terra per perlustrare soprattutto le zone a rischio e mettere in atto così attività di dissuasione. Sono 400 le automobili per tutta la regione, di cui 130 di proprietà della Regione Liguria, dotate di cisterna per lo spargimento di acqua. Le uscite dei volontari saranno programmate sulla base del bollettino quotidiano, SPIRL (servizio prevenzione incendi Regione Liguria) che viene emanato dal CARR, il centro di agrometeorologia applicata della Regione Liguria di Sarzana e prevede il rischio di incendio nelle varie province per le 36 ore successive. Sulla base del bollettino, il Corpo Forestale dello Stato verifica il rischio incendio per il giorno successivo se basso, medio o elevato e decide di conseguenza le uscite delle squadre. Alla prevenzione si affiancheranno le normali azioni di spegnimento degli incendi anche attraverso due elicotteri regionali fissi a Genova e a Villanova d’Albenga, oltre ad un terzo che farà stanza nel periodo tra luglio e settembre o ad Imperia o a Borghetto Vara in provincia della Spezia. “In un momento di grande difficoltà come l’attuale – spiega l’assessore Barbagallo – abbiamo fatto grandi sforzi per mantenere integro il piu’ possibile il servizio antincendio boschivo, tenendo conto dei tagli alle risorse decise dallo stato. A questo proposito infatti il dipartimento nazionale della Protezione civile ha già annunciato la riduzione dei canadair su tutto il territorio italiano che rimarranno 14, su un totale di 53 aeromobili presenti fino a due anni fa”. Dei 14 canadair uno farà stanza in Liguria e sarà al servizio di tutto il Nord Italia.
La sala operativa antincendio boschivo regionale è gestita dal Corpo forestale dello Stato, attraverso la convenzione con la Regione Liguria, ed è attivata 24 ore su 24 365 giorni l’anno. Questa estate sarà integrata dai volontari antincendio che aiuteranno gli addetti in caso di situazioni di particolare emergenza. Il numero verde salvaboschi a cui la popolazione puo’ segnalare incendi è l’800 80 70 47. La protezione civile regionale raccomanda la massima attenzione alla popolazione che puo’ dare un contributo prezioso attraverso una particolare attenzione a non causare incendi.