Quantcast
Sport

Lega Pro, Prima Divisione: l’Entella e il Savona corrono verso un 2013 “storico”

Legapro - Savona Vs Entella

Il calcio non conosce sosta e, chiuso ieri ufficialmente il campionato 2013 con i play off e i play out, gli addetti ai lavori sono già proiettati verso la nuova stagione che, per la Lega diretta dal sempreverde presidente Macalli, sarà storica.

Lenta e macchinosa è stata la decisione ma, complice forse anche la crisi che ogni anno miete vittime tra le società semi – professionistiche, finalmente l’anno prossimo sarà l’ultimo della doppia serie: andranno in archivio Prima e Seconda Divisione, eredi della C1 e della C2, e si torna alla Lega Unica.

Due le promozioni per ciascun girone – una diretta e una a seguito dei play off – nessuna retrocessione in Seconda Divisione.

L’ideale per chi – vedi Savona ed Entella – vuol programmare una stagione senza troppe ansie in chiave retrocessione e puntare in modo deciso sul lancio dei giovani.

L’assenza del pathos retrocessione, comunque, non toglierà niente alle emozioni.

Sarà, infattti, un campionato ricco di club prestigiosi ai nastri di partenza. Ancora da definire i due gironi ma tra nobili decadute del calibro di Lecce, Vicenza, Pisa, Cremonese, Reggiana solo per menzionarne alcune e realtà rampanti, per i tifosi savonesi e i chiavaresi ci sarà da divertirsi.

E un altro tassello fondamentale per la prossima stagione, sarà posto domani. Si riunirà, infatti, l’assemblea di Lega con all’ordine del giorno due argomenti decisivi: redistribuzione dei diritti tv e le nuove regole sui giovani.

Salvo sorprese, dovrebbe essere abolito il minutaggio degli “under” con la previsione di un’età media (potrebbe essere 23 anni) per le rose da mandare in campo.

Insomma, sono giorni caldi per presidenti, dirigenti ed allenatori.