Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“La cultura è bene prezioso da mettere in banca”: torna il Premio Rapallo Carige, dedicato alla donna scrittrice foto

Roma. Margaret Mazzantini, Daria Bignardi, Susanna Tamaro. Sono solo alcune delle donne protagoniste del Premio Letterario “Rapallo Carige”, nel corso delle sue ormai 29 edizioni.

“La Banca in origine era Cassa di Risparmio di Genova e Imperia – ha spiegato oggi durante la presentazione, il Vice Presidente di Banca Carige, Alessandro Scajola – legata quindi al territorio e ai suoi bisogni. Diventando impresa le cose sono cambiate ma abbiamo ritenuto opportuno mantenere un riguardo per gli aspetti essenziali, come la cultura”. Oltre alle note collezioni di numismatica e ai quadri che traggono orgine dal Monte di Pietà del Quattrocento, Banca Carige ha ideato un premio letterario “diverso, dedicato esclusivamente alla donna”.

Giunto alla 29esima edizione il premio è punto di riferimento dalla narrativa a livello nazionale e rappresenta un appuntamento qualificante nel panorama culturale italiano. “Siamo risuciti a fare un’azione di promozione culturale di grande importanza, con una partecipazione notevole – ha aggiunto il vicepresidente – pensate a Susanna Tamaro, Daria Bignardi, Margaret Mazzantini, donne diventate importanti nel panorama culturale, sollecitate anche da questo premio”. Per questa edizione le partecipanti sono 74, esaminate da una giuria importante. “In questo modo – ha concluso Alessandro Scajola – riteniamo di fare un’opera di diffusione della cultura e nel contempo un’opera promozionale per la banca, in un mondo che guarda con attenzione a questo genere di iniziative”.

I volumi in finale, che verranno distribuiti nell’occasione, offrono una visione prismatica dell’universo femminile e forniscono spunti per riflettere sul vissuto della donna in una prospettiva autentica e originale.

Il Premio Rapallo Carige è anche l’evento culturale più importante nella cittadina rivierasca ligure, quest’anno esteso anche ad altre giornate, con manifestazioni collaterali dal giovedì alla finale del sabato. “Prima del Premio”, con giovani attori che presenteranno le scrittrici, al venerdì un talk show, mentre il Castello di Rapallo ospiterà per l’occasione la mostra di un’importante pittrice. “Inoltre – ha commentato il sindaco, Giorgio Costa – abbiamo aperto la giuria popolare ai giovani perchè devono poter vivere la realtà cittadina non solo a scuola. Poi tutti i negozi avranno le vetrine dedicate alla donna scrittrice, e il primo premio sarà una bicicletta elettrica. Siamo una città turistica, desideriamo che molta gente venga a Rapallo e che sia accolta nel migliore dei modi. La cultura è un bene prezioso – ha concluso il sindaco – bisogna metterlo in banca, in questo caso Banca Carige”.