Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Integrazione, il ministro Kyenge: “A Genova le culture si incontrano e uniscono valori positivi” foto

Genova. Tante novità nel “Decreto del Fare”, anche per quanto riguarda il lavoro e l’immigrazione. “Nessun automatismo, solo un modo per non far pagare ai minori nati in Italia errori burocratici o amministrativi di terzi”. Questo il commento del ministro per l’Integrazione, Cecile Kyenge, arrivata a Genova prima per visitare il Museo del Mare e poi il Suq.

“Non ho cambiato niente e non c’entra nulla con lo ius soli, si tratta di diritti già accertati dalla legge, di fronte alla quale talvolta il minore, per inadempienze non imputabili al minore stesso, si trova la strada preclusa”, ha precisato.

Poi un discorso prettamente su Genova. “E’ una città fondamentale, un punto di riferimento, che dà l’idea di mescolamento delle culture che si incontrano e uniscono valori positivi, che costituiscono nuova cittadinanza e coesione sociale”, ha dichiarato il ministro.

Poi un breve accenno alle affermazioni shock su Facebook della leghista Dolores Valandro. “Con certe affermazioni non si offende solo me, ma tutti i cittadini”, ha concluso.