Quantcast
Politica

Il primo “compleanno” del sindaco Doria: “Lascio che siano gli altri a giudicarmi, si può sempre fare di più”

marco doria

Genova. “Lascio che siano gli altri a giudicare il mio operato, sopratutto  i cittadini che mi hanno votato e che incontro per strada. Io sono sempre molto severo con me stesso e penso sempre che si possa fare di più”. Queste le parole con cui il sindaco di Genova, Marco Doria, ha commentato il suo primo anno di governo a margine del confronto organizzato dai suoi sostenitori.

Sono molte le questioni in ballo, ma una delle cose che interessa maggiormente la popolazione sono le grandi opere, soprattutto la Gronda. “Vedremo il parere della Via e quali saranno le prescrizioni, anche perché non sono in grado di parlare a priori di un parere che stiamo aspettando e che non è ancora arrivato – ha detto – Su queste grandi questioni, comunque, credo che sia  giusto che la città valuti quali sono le soluzioni migliori”.

Poi un accenno sul malumore del Pd genovese, che si sarebbe lamentato di non essere stato invitato all’evento. “Ci sono tante iniziative che si possono fare e questa è una delle tante, ma è un momento in cui chi ha proposto la mia candidatura un anno fa ha ritenuto di voler organizzare per una ulteriore riflessione, quindi non è un momento della giunta, ma mio e di quei cittadini che avevano promosso un’avventura, che poi mi ha portato ad essere sindaco”, ha concluso.