Quantcast

Il Livorno punta le bandiere del Genoa, Rossi e Moretti in bilico. Ore decisive per Borriello

Genova. Marco Rossi con una maglia diversa da quella del Genoa. Sembra follia ma potrebbe succedere. Il capitano è stato l’unico giocatore capace di resistere, anno dopo anno, agli stravolgimenti della squadra. Da quando è alla guida dei rossoblù il presidente Enrico Preziosi ha comprato e venduto centinaia di giocatori. Gli incedibili per il patron non sono mai esistiti.

Un discorso valido per tutti, non per Marco Rossi. Arriva nel 2002-2003, l’inizio di una lunga storia d’amore. Serie A e B, anche la C1, il numero 7 è sempre rimasto fedele alla causa rossoblù. Il prototipo del giocatore di cui la Nord non può che innamorarsi: grinta, cuore e polmoni. E fedeltà.

Adesso dopo undici stagioni la strade di Rossi e del Genoa potrebbero dividersi nonostante il contratto del giocatore sia in scadenza nel 2014. Fabio Liverani non sembra intenzionato a puntare su di lui che invece ha ancora voglia di giocare; per la scrivania (già pronta a Pegli) c’è tempo.

Aldo Spinelli ha fiutato l’affare e spera di convincere il tuttofare di Serravezza a seguirlo a Livorno. Per Rossi si parla di un anno di contratto. Una scelta che impone una lunga riflessione, le risposte arriveranno non prima della prossima settimana. Sia quel che sia, il futuro da dirigente al Genoa dell’esterno non è in discussione. Livorno che vorrebbe far suo anche Emiliano Moretti, altro giocatore che la fascia di capitano l’ha indossata spesso, soprattutto nell’ultima stagione.

Una scelta di cuore imporrebbe la loro incedibilità. Ma sono giocatori da rispettare, tenerli senza credere che possano ancora fare la differenza sarebbe una cattiveria che non meritano.

Capitolo Borriello. Oggi l’incontro tra Genoa e Roma per l’ennesimo ritorno in rossoblù del bomber. Dal quartier generale di Villa Rostan trapela un cauto ottimismo. Lo stesso che ha avvolto la trattativa Giulio Migliaccio: già trovato l’accordo con il giocatore (triennale), adesso bisogna convincere il Palermo.