Quantcast
Economia

Il business estero arriva in Liguria: tanti Paesi al Salone dell’Internazionalizzazione

camera commercio

Genova. Sono 1.033 le richieste di appuntamenti b2b delle nostre imprese con le 66 Ccie presenti al Salone dell’Internazionalizzazione, in programma l’1 e il 2 luglio al Palazzo della Borsa di Genova, manifestazione internazionale dedicata all’export, organizzata da Unioncamere Liguria e Assocamerestero.

Dopo la tavola rotonda tra gli addetti ai lavori in programma lunedì 1 luglio, gli incontri b2b con le controparti straniere sono previsti martedì 2 luglio.

Tra i Paesi più “gettonati” il Brasile, presente con cinque Camere di Commercio (Belo Horizonte, Florianopolis, Fortaleza, Rio de Janeiro e San Paolo), con cui sono previsti 89 incontri d’affari; gli Stati Uniti d’America, a Genova con rappresentanti camerali provenienti da Chicago, Houston, Los Angeles, New York e Miami, che incontreranno 83 imprese locali. L’Australia, con 66 incontri b2b suddivisi tra quattro Camere di Commercio: Adelaide, Brisbane, Melbourne e Perth. Numeri importanti anche per Canada e Cina, presenti entrambi con due enti camerali (Montreal e Vancouver da una parte, Hong Kong e Pechino dall’altra), che hanno suscitato l’interesse di 44 e 42 realtà imprenditoriali liguri. Anche la Turchia è tra i Paesi più richiesti: le due Camere di Commercio presenti (Istanbul e Izmir) hanno ricevuto contatti per incontri d’affari da 34 imprese partecipanti. In Europa i primi due Paesi a ricevere il maggior numero di richieste di incontri sono Germania e Francia, entrambe con 34 richieste dalle controparti liguri. Segue la Spagna (33), presente con due Camere di Commercio (Barcellona e Madrid).

Il 2 luglio sarà anche la giornata dedicata ai Focus Paese e agli workshop tematici, rispettivamente con 403 e 174 iscritti per seguire gli eventi. In particolare, i Focus Paese ritenuti più interessanti sono il Brasile (67 iscritti), gli Stati Uniti (57), il Canada (48), il Giappone (47) e la Turchia (45).

Presenti al Salone anche oltre 170 rappresentanti del sistema camerale, associativo e imprenditoriale della Liguria, insieme ad altri attori economici nazionali e regionali.