Quantcast
Sport

Golf, “hole in one” per Nicolò Ravano che torna dalla Repubblica Ceca con una macchina come trofeo

golf rapallo

Rapallo. Andrea Pavan ha ottenuto un bel sesto posto, con 271 colpi (68 64 68 71, -17) nel D+D Real Czech Challenge Open (Challenge Tour) disputato sul percorso del Golf & Spa Kunetická Hora (par 72), a Dritec nella Repubblica Ceca.

Si è imposto il francese François Calmels con 266 colpi (67 69 65 65, -22) rimontando dalla quarta posizione a suon di birdie. Il 32enne parigino ne ha messi a segno ben undici, di cui sei consecutivi, a fronte di quattro bogey, per il 65 (-7) che gli ha dato il secondo successo stagionale e il terzo in carriera nel circuito.

Hanno offerto una buona prestazione Marco Crespi, 15° con 276 (70 68 68 70, -12), Filippo Bergamaschi, 20° con 277 (72 68 69 68, -11), e Niccolò Ravano, 23° con 278 (66 70 71 71, -10). Proprio Il ventottenne Ravano,portacolori del Circolo Golf&Tennis di Rapallo, ha realizzato una “hole in one” mettendo la palla a segno con un ferro 5 direttamente dal tee alla buca 17 (par 3 di 205 metri) e in fondo vi ha trovato una fiammante auto Peugeot 3008 di un valore pari più o meno all’assegno percepito dal vincitore.

Ravano è nato a Genova il 28 giugno 1985 e ha iniziato a giocare a undici anni nel Circolo Golf Rapallo. Ha vinto con la rappresentativa del suo club i Campionati Nazionali a squadre (2002, 2003) e nel 2009 ha fatto parte della compagine azzurra (con Filippo Bergamaschi e Claudio Viganò) oro ai Giochi del Mediterraneo. Nel 2008 ha ottenuto un bel terzo posto agli Internazionali di Turchia.

Nel 2009, sempre da dilettante, ha partecipato ad alcune gare dell’Alps Tour con il 5° posto nel Volturno Open, dove ha lottato per il titolo fino alle ultime buche, con il 9° nello Slovenian Open e con il 19° nel Rapallo Open. A fine anno ha preso la ‘carta’ per quel circuito (69° alla Qualifying School) che ha frequentato nel 2010 terminando 7° nell’Open di Puglia e Basilicata, 12° nell’Open d’Ile de France, 20° nel Feudo di Asti Open, 23° nel Montecchia Open, 25° nell’Omnium of Belgium, 33° nel Peugeot Tour CCV e 35° nell’Open Le Fonti. Con il 22° posto nell’ordine di merito ha mantenuto la ‘carta’.

All’inizio del 2011 si è classificato 12° nel La Pereleja Open e 22° nell’Auto Hall Open, entrambe gare dell’EPD Tour. Nell’Alps Tour ha ottenuto due top ten (4° nel Feudo di Asti Open, 6° nell’Open de Haut Poiyou), quindi è giunto 11° nel Peugeut Tour de Lerma, 12° nel Le Fonti Open, 17° nell’Open de Normandie, 19° nel Peugeot Tour Alps de España, 20° nel Gosser Open, 23° nell’Open Saint François, 24° nel Masters 13, 25° nello Styrian Open e nuovamente 22° nella money list. Ha ottenuto la seconda posizione nel Campionato Open e nel Campionato di Doppio PGAI (con Benedetto Pastore).

2012: buona la partenza nell’Alps Tour con il sesto posto nell’Open Palmeraie e l’ottavo nell’Open Samanah, poi sono arrivati il 17° nel Flory Van Donck Trophy, il 27° nell’Open de Normandie, il 30° nel Castellon Alps e il 44° nel Gosser Open. Ha fatto una buona esperienza disputando alcune gare nel Challenge Tour dove è terminato 34° nel Telenet Trophy. A fine anno si è classificato 60° nella Qualifying School dell’European Tour ottenendo la categoria 14 per il circuito maggiore e la categoria 7 per il Challenge Tour.