Quantcast
Politica

Genova, “Non c’è lavoro senza cultura”: le proposte di Pd e Sel per un nuovo modello di città

palazzo tursi comune genova

Genova. “Non c’è lavoro senza cultura, proposte per un nuovo modello di città”. Questo è il titolo dell’incontro, che si svolgerà venerdì 14 giugno alle 18, presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi.

Sarà presentato l’accordo programmatico atto a rilanciare le politiche di tutela, promozione, fruizione e gestione sostenibile del patrimonio culturale della Liguria. Interverranno: Cecilia D’Elia, responsabile cultura segreteria nazionale Sel; Matteo Orfini, già responsabile cultura segreteria nazionale Pd; Michela Fasce e Roberto Lo Crasto, redattori del documento.

Susanna Gozzetti e Giovanni Cadili Rispi leggeranno brani tratti da Le Vite di Giorgio Vasari, dal De pictura di Leon Battista Alberti e dalle Rime di Michelangelo Buonarroti.

Il Partito Democratico e Sinistra Ecologia Libertà, dopo un articolato e costruttivo confronto in materia di Beni e Attività Culturali della Liguria, hanno raggiunto un accordo atto rilanciare le politiche di tutela, promozione, fruizione e gestione sostenibile del patrimonio culturale regionale.

Il documento affronta tematiche quali la produzione culturale e la creatività come fattori di sviluppo economico, la valorizzazione delle professioni del settore, il perfezionamento delle azioni istituzionali, l’incentivo alle attività culturali focalizzate sulle vocazioni del territorio.

L’obiettivo è concepire strumenti e linee guida che possano aiutare in particolare i giovani a fare fronte alla crisi strutturale che sta penalizzando uno dei comparti strategici del nostro sistema economico, contrastando di fatto l’emigrazione dei talenti.

La politica deve tornare a occuparsi di cultura tramite la costruzione di tavoli di lavoro comuni, con la consapevolezza che occuparsi di cultura significa anche creare nuove opportunità di occupazione.

Il documento è stato redatto da Riccardo Badino, Franco Bezzo Bonomi, Michela Fasce, Matteo Frulio, Roberto Lo Crasto, Giovanni Lunardon, Giovanni Cadili Rispi.

Più informazioni