Quantcast
Cronaca

Genova, le due facce della criminalità: boom di furti in casa e truffe informatiche, in calo rapine e scippi

porto di genova

Genova. A Genova l’andamento dei reati, secondo la fotografia del Sole 24 ore, ha due facce: calano gli omicidi (- 63,64% rispetto al 2011-2012), le rapine (-13,27%) e le estorsioni (-5,56%), i furti di auto e con strappo. Ma al contrario aumentano i furti in appartamento (più 23,50%) e le truffe informatiche (più 6,15%). In totale 52.118 delitti: -3,56% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

“Il calo del numero dei reati è confortante ma al tempo stesso non possiamo nascondere che siamo di fronte a cifre ancora molto alte e assolutamente da migliorare”, ha commentato il questore di Genova Massimo Maria Mazza. Un trend positivo per Genova dopo gli ultimi anni negativi: “E’ importante – prosegue il questore – che a calare siano stati proprio gli scippi, le rapine e i borseggi che sono maggiormente fastidiosi per i cittadini. Questo risultato arriva grazie alla prevenzione e al coordinamento che abbiamo messo in atto non solo come polizia ma come tutte le forze dell’ordine. Tra le ricette che hanno portato ad ottenere questo risultato c’è quella di aver inviato più personale possibile in strada a fare prevenzione ma anche di averlo utilizzato nella maniera corretta. Ora il tallone d’achille resta quello dei furti in abitazione: Ci auguriamo – conclude – di riuscire ad ottenere anche in questo campo risultati importanti. Qui dovremo lavorare sia sull’aspetto dei controlli del territorio che dal quello investigativo”.

In Italia l’aumento complessivo dei reati è stato dell’1,3% (sfiorano i 2,8 milioni). A due cifre sogno gli incrementi che riguardano i delitti legati all’attuale stagnazione economica: furti in casa (+15,5%), scippi (+13%) e borseggi (+11%). Gli omicidi volontari segnalano un calo del 5%, dopo il rallentamento del 15% dal 2006 al 2010 e una ripresa nel 2011.

“Nei grandi capoluoghi la situazione più critica: Milano in vetta per l’incidenza dei reati, Roma per numero totale, Napoli per rapine e truffe, Catania per scippi” sottolinea Il Sole 24 Ore.