Quantcast
Economia

Genova, lavoratori dei Bagni Comunali “precari” da 30 anni: “Stop a tagli e sacrifici”

vesima

Genova. San Nazzaro, Scogliera e Vesima ex bagni comunali, attualmente azienda “Bagni marina genovese ” hanno consentito per anni la balneazione a migliaia e migliaia di genovesi, grazie a personale competente e professionale.

“Questi dipendenti dal 2001 non hanno mai visto un aumento salariale, ma hanno visto benissimo l’aumento progressivo dei carichi di lavoro (l’organico crolla da 77 nel 2001 a 42 nel 2012.) – spiegano Cgil, Cisl e Uil – Dopo tanto impegno ora assistono all’affidamento a terzi di Vesima e alla proposta di un piano di risanamento che pretenderebbe da loro ulteriori sacrifici, compreso l’ennesimo taglio di personale”.

Ma le problematiche non finisono. “Mentre l’insieme dei lavoratori pubblici nell’ultimo decennio con fatica è riuscito ad ottenere qualche miglioramento i dipendenti dell’Azienda comunale ‘Bagni Marina’ sono rimasti fermi al livello di inquadramento del 2001 e continuano a lavorare quattro mesi all’anno nonostante le successive promesse di incremento dell’attività lavorativa nei mesi invernali”.

I sindacati sono sono molto chiari. “E’ ora che il Comune si impegni per dare a questi lavoratori la possibilità di mantenere le proprie famiglie con dignità lavorando l’intero anno, naturalmente con la disponibilità a inserirsi dove si individuano le situazioni di maggiore emergenza. I lavoratori e le organizzazioni sindacali sono disposti, come sempre, a discutere con l’Amministrazione Comunale eventuali sue e nostre proposte”.