Quantcast
Cronaca

Genova, il Riesame annulla l’ordine di cattura per Maurizio Raggio

villa altachiara

Genova. Il tribunale del Riesame di Genova ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Chiavari a carico di Maurizio Raggio, ex amante di Francesca Vacca Agusta.

Raggio, che vive in Messico, era stato colpito da ordine di cattura per una presunta maxievasione fiscale perché secondo l’accusa avrebbe sottratto beni da villa Altachiara pignorati da Equitalia. Il Riesame ha sottolineato che nel caso di specie la sottrazione del bene in sé non configura la fraudolenza.

Secondo il tribunale del Riesame la condotta punita dalla norma che definisce e punisce la
‘sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte’, ”dispone che sia punito chiunque, al fine di sottrarsi al pagamento delle imposte aliena simulatamente o compie altri atti fraudolenti sui propri o sui beni altrui idonei a rendere in tutto o in parte inefficace la procedura di riscossione coattiva”.

Nel caso in esame la condotta di Raggio sarebbe da ricondurre, scrivono i giudici del Riesame, ”in ipotesi
accusatoria alla seconda delle condotte descritte nella norma”, e cioè ”al compimento di atti fraudolenti”. Il Tribunale pero’ rileva che la condotta punita dalla norma ”è caratterizzata, in entrambe le modalità di condotta, dall’aspetto della fraudolenza o in particolare nel caso in esame, da atti fraudolenti. Tale dizione deve intendersi come riferita ad atti dispositivi diversi dal trasferimento di
proprietà, ma che abbiano l’effetto di determinare una riduzione del patrimonio solo apparente con la conseguente diminuzione delle garanzie dell’Erario”. Ma, scrivono i giudici, ”la dizione ‘atti’ e’ specifica e rimanda a un atto dispositivo nel quale non rientra la mera sottrazione del bene”.