Quantcast

Genova, al via il festival internazionale “Le Vie del Barocco”

festival vie del barocco, collegium pro musica ensemble

Genova. Giovedì prossimo 20 giugno alle ore 20:30 presso la Chiesa romanica di Santa Maria del Prato (piazza Leopardi/via Parini, zona Albaro) prende il via il Festival Internazionale di Musica da Camera “Le Vie del Barocco”, con un concerto dell’Orchestra Barocca del Collegium Pro Musica, con in programma Concerti e Sinfonie di Alessandro Scarlatti e Carl Philipp Emanuel Bach. I solisti saranno Stefano Bagliano al flauto, Jonathan Pia alla tromba e Andrea Coen al clavicembalo.

Giunto all’importante traguardo della ventesima edizione, il Festival presenta 12 concerti, di cui nove a Genova e tre a Savona. Il direttore artistico della manifestazione, il flautista Stefano Bagliano, ha presentato ieri il ricco programma di appuntamenti e di artisti provenienti da Italia, Europa, e Stati Uniti, che si svolgerà fino al 25 luglio e, dopo una pausa estiva di alcune settimane, riprenderà dal 30 agosto al 12 settembre. L’evento si avvale del sostegno di Ministero Beni e Attività Culturali, Compagnia di San Paolo, Comune di Genova, Comune di Savona, Regione Liguria e Metco.

Il Festival è tradizionalmente dedicato al repertorio barocco e alla musica di Bach così come alla musica dell’età del Classicismo, intesa come massimo esito a cui sono pervenute le forme musicali nate proprio nel Barocco. Bagliano aggiunge che “la denominazione Le Vie del Barocco è stato scelta anche al fine di estendere il concetto di Barocco, valorizzando le sue peculiarità fino a intenderlo come una filosofia di esecuzione e rappresentazione”. I programmi includono dunque talvolta anche musica moderna, normalmente proposta agli ascoltatori in accostamento alla musica barocca o settecentesca, al fine di valorizzare insieme le divergenze e le affinità fra repertori apparentemente lontani. E l’ultima tendenza è quella di inserire alcuni concerti che prevedono interazioni e contaminazioni fra arti diverse.

Riguardo al cartellone artistico, quest’anno grande spazio è stato innanzitutto dato a formazioni e solisti che utilizzano copie di strumenti d’epoca: spiccano, oltre all’Orchestra Barocca del Collegium Pro Musica (20 giugno), l’Accademia Hermans con il baritono Mauro Borgioni (10 luglio a Palazzo Rosso, con Cantate del Barocco tedesco), il grande liutista americano Paul O’Dette (17 luglio alla Chiesa di S. Maria del Prato: appuntamento dedicato al Rinascimento genovese e inglese, con una conferenza alle ore 19 e il concerto alle 20.30) e il Quartetto dell’Accademia del Ricercare (30 agosto a Palazzo Rosso, concerto dedicato ad Arcangelo Corelli). Sempre presente è il filone dedicato a Bach, linea guida storica del Festival, con quattro concerti in cartellone che includono composizioni di Bach e dei suoi figli. Due di questi concerti propongono musica barocca accostata a musica moderna: in un caso a musica ottomana/turca (il 27 giugno a Palazzo Rosso, con il violinista di Istanbul Hakan Sensoy e il Laboratorio Ondanza, coreografie della genovese Alessandra Manari) e in un altro al jazz/world music (il 4 luglio sempre a Palazzo Rosso, con i francesi del Quartetto di chitarre Aighetta). Alcuni appuntamenti saranno all’insegna della contaminazione fra arti: fra questi si segnala quello del 5 settembre, che include un concerto del Trio Faurè che suonerà Mozart e Dvorak e la presentazione (ad opera del Prof. Stefano Verdino e di Don Paolo Farinella) del libro “Oscuri incendi” del regista e scrittore napoletano Lucio Fiorentino, alla presenza dell’autore che ne leggerà alcuni passi; così come il concerto del 12 settembre a Palazzo Tursi, dove Stefano Bagliano e i solisti del Collegium Pro Musica si uniranno alla danzatrice barocca Letizia Dradi per un omaggio al Barocco di Lully, Campra ed Haendel.

Tutti i concerti di Genova iniziano alle ore 20:30. Il biglietto di ingresso ai concerti costa 10 euro (8 euro per giovani fino a 25 anni; abbonamento all’intera manifestazione 70 euro); ingresso gratuito con offerta libera per i concerti di Savona, che iniziano alle ore 21.

Più informazioni