Quantcast

Genoa-Bologna, scintille per Gilardino. Bianchi se salta Borriello

alberto gilardino genoa

Genoa. Genoa e Bologna sono tornate a parlarne ancora ieri. Al centro della discussione c’è sempre Alberto Gilardino. Se in un primo tempo la sua permanenza sembrava pura formalità, col passare dei giorni le cose sono cambiate. Il perché è presto spiegato, l’interesse dell’Inter per l’ex centravanti del Milan.

La scorsa estate Enrico Preziosi aveva girato Gilardino al Bologna. Prestito oneroso con opzione di riscatto a favore del club rossoblù. Ma è proprio sul valore di questo riscatto che si sono arenate le trattative. La squadra allenata da Pioli punta ancora forte su Gilardino e pensava di farlo “suo” spendendo tra i 3 e i 4 milioni di euro. Le lusinghe dell’Inter hanno però inevitabilmente fatto lievitare il prezzo del cartellino. Il Genoa adesso vuole almeno 5 milioni.

L’Inter spera che le due società non trovino l’accordo per poter così sferrare l’attacco decisivo e portare alla Pinetina l’attaccante che nell’ultima stagione ha messo a referto 13 gol. I nerazzurri avrebbero la possibilità di chiudere in un attimo la trattativa: Ezequiel Schelotto e Ricky Alvarez sono merce di scambio assai gradita al patron Preziosi.

Di certo c’è che Gilardino non rientrerà alla base. Il Genoa punta forte su Marco Borriello, è ancora lui la prima scelta per l’attacco. Bisogna convincere la Roma, bisogna convincere il bomber napoletano a ridursi lo stipendio che percepirebbe in giallorosso, magari a spalmarlo su più anni.

Non si riuscisse nell’impresa scatterebbe il piano alternativo. Rolando Bianchi resta in attesa di una chiamata del Genoa, destinazione definita “più che gradita”. Esiste già una trattativa, l’accordo è a portata di mano. Meglio però non temporeggiare troppo, l’ex capitano granata piace a mezza Serie A.