Quantcast
Sport

Calcio, Arenzano: lunedì 10 giugno prende il via la seconda edizione del trofeo “Stefano Castellaro”

Stefano Castellaro

Arenzano. Ad un anno di distanza, al Nazario Gambino di Arenzano, si svolge nuovamente un’importante manifestazione a scopo benefico, con l’auspicio di riuscire a bissare il successo di pubblico della prima edizione.

Saranno queste le squadre liguri che dal 10 al 16 giugno parteciperanno al secondo trofeo calcistico “Stefano Castellaro”: A.S.D. Val Lerone, Arenzano F.C., A.S.D. Praese 1945, G.S.D. Olimpic Prà 1971, Libraccio J.T. Rensen S.S.D., A.S.D. Voltrese Vultur.

All’interno del torneo, alle ore 18.00 di domenica 16 giugno, è stata inoltre inserita la “Partita della vita, giocata con i piedi, ma soprattutto con il cuore” fra le formazioni della Nazionale Calcio Trapiantati e dei Pagiassi “Claunincorsia”, questi ultimi autentici assi, soprattutto nel saper trarre un sorriso ai piccoli degenti ospedalieri e dei quali non ci stancheremo mai di tessere le lodi per il grande servizio che prestano negli ospedali genovesi Gaslini, Galliera, IST ed in molte altre strutture sanitarie per cercare di portare un sollievo a chi soffre.

Quanto alla nazionale trapiantati, della quale faceva parte il “nostro” Stefano Castellaro (nella foto), anch’essa nasce con uno scopo profondo: diffondere la cultura della donazione degli organi, unico rimedio a certe gravi malattie. E la squadra è composta da ragazzi provenienti da tutta Italia, con dentro la grande voglia di dimostrare che dopo un trapianto si può tornare ad una vita normale ed anche a giocare a calcio.

La “partita della vita” vuole rappresentare una rivincita per tutte quelle persone che non ce l’hanno fatta, ma soprattutto una vera e concreta speranza per quelli che stanno combattendo queste tremende malattie. E’ inoltre una testimonianza di come, col trapianto di organi e tessuti, si possa non solo ritornare a vivere, ma persino a giocare a calcio.

L’avvio alla manifestazione sarà dato lunedì 10 giugno (alle ore 20), con un triangolare, di 30 minuti a partita, fra Val Lerone, Voltrese e Olimpic Pra, mentre il giorno successivo, martedì, con la stessa formula, scenderanno in campo, sempre a partire dalle 20, Arenzano, Libraccio e Praese.

I quarti di finale si giocheranno il 13/6, le semifinali il 15 e le finali verranno disputate domenica 16 giugno, subito dopo il precitato incontro fra la Nazionale Calcio Trapiantati ed i Pagiassi “Claununcorsia”.

Questi ultimi, insieme ai volontari di AIL e di ADMO, saranno anche sugli spalti del Nazario Gambino a tifare per la loro squadra ed a sensibilizzare gli altri spettatori alla donazione del midollo osseo.

Segnaliamo, al riguardo, la presenza di un’emoteca presidiata da medici dell’Ospedale Galliera, dove – con un semplice prelievo di sangue – si potranno appurare le proprie potenzialità di diventare donatori.

Nell’occasione saranno raccolti fondi per la FA-RI.T.M.O., fondazione che sviluppa linee di ricerca clinica e biologica nel campo di trapianto di cellule staminali emopoietiche dell’ Ospedale San Martino di Genova, centro di eccellenza in tutta Europa per la cura delle malattie del sangue, come la leucemia.

Ecco, il sogno di sensibilizzare più persone possibili alla cultura della donazione del midollo osseo, nasce nel ricordo di Stefano Castellaro, un ragazzo dicianovenne scomparso il 13 agosto 2011 a causa di questa infame malattia. Il presidente del Val Lerone, Rita Valle, gli ha dedicato una squadra – di cui sono onorato esserne l’allenatore – che parteciperà con orgoglio al torneo, certa che i veri protagonisti della manifestazione saranno sugli spalti, che ci auguriamo gremiti.

Claudio Nucci