Quantcast
Cronaca

Amt, sciopero dei lavoratori della “Servizi e Sistemi”. Protesta a Tursi: “Appalti in lotta”

Genova. Sciopero e manifestazione oggi a Genova per i dipendenti della ‘Servizi e Sistemi’, ditta che ha in appalto il servizio di pulizie per Amt. L’azienda, infatti, ha annunciato proprio ieri la mobilità per 40 lavoratori e subito è scattata la protesta.

Lo sciopero durerà tutta la giornata, ma il corteo è partito questa mattina da piazza De Ferrari, diretto a Tursi, danvanti alla sede del Comune, dove ora si sta svolgendo la protesta, con tanto di striscioni e fumogeni.

“Un numero variabile tra 30 e 40 lavoratori, già in cassa integrazione dal 2009, corrono il rischio di essere licenziati. Questo significa non solo un peggioramento delle loro condizioni, ma anche un grave colpo al servizio pubblico – dichiara Mauro Milani, Cub Trasporti – Noi siamo fortemente contrari alla sua riduzione, anche perché a pagare sono sempre i lavoratori”.

Secondo quanto previsto da Amt, in pratica, alcuni servizi verrebbero svolti con frequenza molto minore. “Parliamo della pulizia delle carrozze e delle stazioni della metropolitana, delle biglietterie, degli uffici, delle funicolari – prosegue il sindacalista – sarebbero puliti una volta ogni tre giorni anziché tutti i giorni. Un peggioramento generalizzato, praticamente”.

I lavoratori hanno chiesto un incontro con il sindaco. “Speriamo che questo serva finalmente per mettere in piedi una discussione tra tutte le parti interessate e per arrivare a una soluzione – conclude Milani – anche perché fino ad ora non è stato fatto nulla”.

Intanto, proprio questa mattina è arrivata una notizia positiva, cioè la convocazione di un incontro organizzato dall’assessore regionale al Lavoro, Enrico Vesco.