Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Udinese-Sampdoria: le nostre pagelle

Udine. Bella Sampdoria, che perde per colpa di errori individuali.

Romero 4 – comincia con il brivido, gli sfugge una palla facile ma Di Natale non ne approfitta. Sul primo gol meno responsabilità che sulla non uscita del secondo. Il terzo gol è tutto suo. Imperdonabile.

Mustafi 6 – la Sampdoria prende tre gol su tre errori e non sono i suoi. Gioca meno spaventato rispetto a domenica scorsa. Rasserenato.

Rossini 4,5 – sei lì che pensi che ha messo la museruola a Di Natale, e l’attaccante napoletano raccoglie palla, la sbatte dentro e lui lo guarda da un metro e mezzo. Ronfa.

Castellini 6 – svolge zelante il compito affidatogli, ma gli capita di perdere le marcature dai calci piazzati. Prudente.

De Silvestri 5 – ha perso un po’ di smalto rispetto all’inverno, dietro è sempre attento ma davanti non scarica peso e velocità come gli è capitato altrove. Annebbiato. Dall’80’ Berardi 5 – non entra con il piglio giusto, da un suo errore la Samp rischia di prendere il terzo gol. Sornione.

Poli 6,5 – si becca un’ammonizione al 23’, corre, sprona, incita. Gioca una grande partita non facendo mancare la qualità. Unico errore al 60’in fase di appoggio. Finisce la benzina. (In)completo. Dal 78’ Maxi Lopez – si piazza in mezzo all’area, ripiega e fa da sponda, ma la partita finisce su Muriel. Tonico.

Obiang 6 – ben fiancheggiato da Poli e Renan, gli manca il piglio per prendersi qualche responsabilità in più in fase di impostazione. Ordinario.

Renan 6,5 – ha un obiettivo, non far giocare Allan. Dopo tanta naftalina riconquista la zona centrale del campo e lo fa con autorevolezza, grinta e la giusta cattiveria. Focalizzato.

Estigarribia 5,5 – solita evoluzione, parte per fare l’ala, finisce per essere prezioso come terzino. Davanti non azzecca una. Sbilenco.

Eder 7,5 – solitamente si dice che manca nella stoccata, stavolta oltre a corse, ripiegamenti, dribbling, trova anche il gol e lo sfiora in continuazione. Ovunque.

Icardi 4 – se, ma, forse, ok, certo, dipende … No. Senza se e senza ma. Irritante. Dal 60’ Sansone 6,5 – entra e la Sampdoria comincia a giocare in 11, si cerca e si trova con Eder. Guizzante